Home ATTUALITÀ Gli urta lo scooter, lui reagisce con pugni e calci. Arrestato 24enne

Gli urta lo scooter, lui reagisce con pugni e calci. Arrestato 24enne

arresto-polizia
++ foto di repertorio ++
Galvanica Bruni

Nel fare manovra a bordo della sua minicar, in via Montezebio nel quartiere Prati, aveva urtato uno scooter parcheggiato lì vicino. Fermatosi subito per verificare il danno, è stato raggiunto dal proprietario, un romano di 24 anni, che ha iniziato a inveire nei suoi riguardi per poi, con un pugno, frantumargli il lunotto posteriore.

A quel punto l’autore del danno, un giovane di 19 anni, impaurito è risalito a bordo del suo mezzo avviandosi in direzione della vicina Piazzale Clodio, dove è stato raggiunto dallo scooterista che prima ha scagliato contro la minicar il suo casco, poi ha aggredito il diciannovenne con testate, pugni e calci, anche quando il giovane giaceva a terra privo di sensi.

L’aggressione ha avuto termine solo quando è arrivata una macchina con a bordo un conoscente dell’aggressore con cui si è allontanato. Pochi istanti dopo è giunta una pattuglia del XV Distretto Ponte Milvio, i cui agenti, dopo aver richiesto con urgenza un’ambulanza, hanno dato il via alle indagini raccogliendo le testimonianze dei presenti al momento dell’accaduto.

La vittima, invece, è stata trasportata d’urgenza al Policlinico Agostino Gemelli e sottoposta a un delicato intervento chirurgico, durato 5 ore, per la ricostruzione della mandibola.

Al termine delle indagini, identificato l’aggressore, nella giornata di ieri agenti del commissariato Prati su mandato del GIP del Tribunale di Roma hanno arrestato S.E., romano di 24 anni, con l’accusa di lesioni personali aggravate.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

1 commento

  1. Ogni violento è un vigliacco! Fateci caso, se la prendono sempre con i più indifesi e se l’aggredito reagisce allora si fanno aiutare….Sempre più spesso i giovani manifestano questo atteggiamento violento da codardo…le ragioni non sono quelle che ci propinano psicologi e psicoterapeute (prima fra tutte l’idiozia dell’isolamento da Covid). La vera ragione è la mancanza del senso dell’ONORE: l’ONORE è giustizia, correttezza, dovere, fedeltà…..Un uomo senza ONORE è una nullità! E siccome questo è un paese senza ONORE (a cominciare dalla politica) i nostri giovani crescono privi di questo sentimento e sempre più spesso si comportano da vili codardi……in famiglia, a scuola, nelle piazze.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome