Home ATTUALITÀ E lunedì comincio la dieta…

    E lunedì comincio la dieta…

    mettersi-a-dieta
    Promuovi la tua attività commerciale a Roma Nord

    Pare facile mettersi a dieta, e hai voglia a pensare che serve tanta forza di volontà. Tu ne hai da vendere, lo dimostri nella vita, soprattutto nel lavoro, e se ti poni un obiettivo punti a raggiungerlo. Sempre. Ma la dieta no, è un capitolo a parte.

    Tu vorresti mettertici, a dieta, o per lo meno a controllo alimentare, ovviamente cominciando di lunedì, perché una dieta che si rispetti comincia sempre il giorno dopo la domenica.

    Ma poi arrivi a casa e tua moglie, che sottolinea sempre il suo rischio di diventare blu quando sei a letto con lei, comunque ti fa la sorpresa del manicaretto che ti piace tanto, magari il risottino con la crema di scampi cui aggiunge il tiramisù fatto in casa, stavolta però fatto coi “savoiardi”; e a tuo nipote, che ha pianto un’ora e un quarto per l’ovetto di cioccolata, dopo che glielo hai comprato e l’ha scartato ti accorgi che interessa solo la sorpresa, per cui resti col cerino (la cioccolata) in mano e… che fai? La butti?

    E no, neanche ci pensi due volte, la mangi tu, mentre il ricordo ti porta indietro nel tempo, a quando eri ragazzino. E in un attimo sei assalito dai sensi di colpa della storica frase di mamma davanti alla più insipida delle minestre che pressappoco era sul tono “mangia, tu che sei fortunato, e pensa ai bambini poveri del Biafra”.

    Quando decidi di metterti a dieta e sono tre ore che non tocchi cibo, trovi sempre l’amico che vuole a tutti i costi offrirti il caffè… e che fai? Non lo aggiungi lo stuzzichino? Già, perché il caffè è una scusa, in realtà quel “ti offro un caffè” generalmente si trasforma in “prendiamoci un aperitivo”.

    La dieta così diventa un incubo, e quando abbassi lo sguardo e a malapena ti vedi le punte dei piedi (e diciamo le punte dei piedi, non parafrasate) nel contempo l’occhio ti cade su quella pubblicità con l’abbronzato in costume bianco affiancato da una modella che sì, è bella, ma è perfino offuscata dal fisicato di turno.

    Così, nello stesso lasso di tempo in cui t’accorgi che non t’entrano più camice e pantaloni e nella mente riaffiora l’immagine datata dei camicioni di Demis Roussos, decidi che è davvero il caso di cominciarla, questa benedetta dieta. Comunque, da lunedì prossimo.

    Massimiliano Morelli

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    LASCIA UN COMMENTO

    inserisci il tuo commento
    inserisci il tuo nome