Home AMBIENTE La cascata di Trevi nel Lazio

La cascata di Trevi nel Lazio

Promuovi la tua attività commerciale a Roma Nord

Quando un paio di anni  fa si venne a sapere che alle porte di Roma c’era una cascata con un laghetto dalle acque azzurre che ricordava il Mar dei Caraibi, la notizia si diffuse in un lampo. La prima domenica dopo la notizia migliaia di romani affollavano il luogo mandando in tilt la circolazione. Il comune di Subiaco dovette correre ai ripari: prenotazione e numero chiuso.

Chi in quella occasione fece ore di fila evidentemente ignorava che a pochi chilometri, dall’altra parte della valle incassata tra i monti, c’era un’altra cascata altrettanto bella e meno affollata: la cascata di Trevi.

Situata a pochi chilometri dal paese di Trevi nel Lazio, sul confine tra la provincia di Frosinone e di Roma, la cascata con laghetto si raggiunge in appena 10 minuti di camminata. In passato un ponticello consentiva di accedere ad un facile sentiero ma non molto tempo fa l’antico ponte romano ha ceduto e ora si è in attesa del nuovo.

Per arrivare alla cascata ora si sfrutta un passaggio tra il guard-rail subito dopo il ristorante che affaccia sul fiume Aniene. Il sentiero porta al bel salto d’acqua in qualche minuto. I più avventurosi (si fa per dire) possono percorrere il vecchio sentiero di accesso attraversando il fiume mediante due tronchi caduti….niente di difficile ma agli occhi delle fidanzate molto “Indiana Jones”.

La cascata si origina da una parete rocciosa al termine di un piccolo canyon ed è veramente molto bella così circondata da massi e dal verde brillante. Le acque spumeggianti sono gelide e pulite. La siccità ma soprattutto la captazione oggi ha ridotto di molto la portata ma rimane sempre affascinante.

Chi se la sente e ha delle buone scarpe da trekking può salire lungo un breve tracciato al di sopra della cascata e osservare lo spettacolare canyon creato dalle acque; occorre solo prestare un po’ di attenzione. Tutta l’area circostante gode di una incredibile frescura anche quando la temperatura è alta suo massimo.

Dalla cascata si può raggiungere in 4 km il paese di Trevi ai piedi del Monte Viglio: un bellissimo e antico borgo con il suo integro castello Odescalchi. Qui si può mangiare e anche pernottare in uno dei graziosi B&B alle porte del paese o lungo l’Aniene.
Ai buongustai consigliamo di acquistare in paese, nel forno (aperto solo la mattina) nei pressi del Comune, le buonissime ciambelle o i biscotti chiamati “ossa di morto”. Una vera e squisita specialità locale.

Infine, tra la cascata di Trevi e il paese, lungo la strada vi potrebbe capitare di incontrare sul ciglio una bella volpe; a volte se ne sta seduta, altre volte sdraiata in attesa che gli automobilisti di passaggio si fermino più che per osservarla per “foraggiarla”.

La volpe infatti è abituata alla presenza umana e non disdegna qualche buon boccone. Da tempo si aggira per quei luoghi e le sue apparizioni sono frequenti; perché continuino, basta non molestarla.

Francesco Gargaglia

Se vi è piaciuto questo itinerario, cliccando sul seguente link ne troverete tanti altri…

Una manciata di mete alla portata di tutti

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome