Home ATTUALITÀ Taser alla Polizia Locale? No dalla maggioranza del XV  

Taser alla Polizia Locale? No dalla maggioranza del XV  

taser
Beauty journal

Troppo pericoloso, può causare arresti cardiaci, addirittura la morte. Il taser, pistola a impulsi elettrici, non deve essere data in dotazione agli agenti della Polizia Locale di Roma.

E’ quanto la maggioranza del Municipio XV intende far approvare al Consiglio di martedì 10 maggio sottoponendo all’aula una mozione con la quale si  chiede al Sindaco e alla Giunta capitolina di non dotare il Corpo della Polizia Locale di un dispositivo – secondo i proponenti – particolarmente pericoloso, specie nei confronti dei soggetti più vulnerabili.

Così facendo però, se la mozione verrà approvata, il parlamentino di via Flaminia si metterà su posizioni diametralmente opposte a quelle del Consiglio Comunale che lo scorso 24 marzo aveva invece approvato un atto che impegna il sindaco di Roma e la giunta Capitolina ad assegnare il taser agli agenti della Polizia Locale.

La mozione che verrà portata in aula domani chiama a testimone l’Onu che, nel 2007, ha classificato il Taser come “arma di tortura”, evidenziando come il suo utilizzo causi dolore acuto e, in taluni casi, persino la morte. Sullo stesso piano – ricorda la mozione – c’è anche l’Associazione “Antigone” secondo la quale dal 2000 a oggi, stando a un’inchiesta della Reuters, una delle più importanti agenzie stampa internazionali, sono più di 1000 le persone morte negli Stati Uniti a causa del taser usato contro di loro dalla Polizia.

Sempre secondo la mozione, la  Corte di Cassazione ha affermato che la pistola a impulsi elettrici “ha natura di arma comune da sparo” e che quindi “è strumento sicuramente idoneo a recare danno alla persona”.

Insomma, secondo i proponenti ce n’è abbastanza per rigettare in toto l’idea che questo dispositivo possa essere dato in dotazione agli agenti della Polizia Locale.

Come detto, questa mozione verrà discussa nella seduta di Consiglio di domani, martedì 10 maggio che avrà inizio alle 10 e che potrà essere seguita in diretta streaming. Prima del taser, i consiglieri dovranno dibattere una proposta di collaborazione  tra  l’Università  Agraria  di  Cesano  e  il  Municipio  Roma  XV  per l’adozione di Piazza Padella.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 COMMENTI

  1. Perchè le questioni “tecniche” non le fanno affrontare ad un tecnico invece di assumere posizioni prive di senso ma anche di scarsa conoscenza tecnica. Il “Taser”, adottato in tutto il mondo, perfino dai GENDARMI DEL VATICANO, è uno strumento in grado di mettere fuori combattimento un criminale pericoloso o armato (nè più nè meno di un’arma da fuoco) ma ha il VANTAGGIO DI NON AVERE UN PROIETTO IN GRADO DI RIMBALZARE PER CENTINAIA DI METRI, NON HA NEANCHE POTERE PERFORANTE! Lo sapevate questo cari Signori del XV Municipio? Lo sapevate ad esempio che un proietto di pistola cal. 9X19 (lo stesso delle pistole di PS e CC) ha una GITTATA DI 2000 METRI!!! Il Taser invece solo pochi metri…..se non sapete queste cose perchè vi opponete?
    La Corte di Cassazione dice che il Taser ha “la natura di arma comune da sparo”….e allora nella fondina degli agenti che ci vogliamo mettere lecca-lecca, bombolette di panna spray, chupa-chupa?? E chi si preoccupa dell’incolumità di poliziotti, carabinieri, polizia locale? Per favore…..siamo seri….

  2. Se ne vedono talmente pochi di vigili nel XV municipio, a parte quelli che “guardano” i semafori di Corso Francia, che potrebbero avere pure delle armi pesanti e non correremmo alcun rischio…

    • Sai quanto è esteso il XV municipio?
      E sai quanti sono i vigili del XV gruppo?
      Se non sai queste cose, taci per cortesia.
      Se poi il confronto lo fai con i vigili che non stazionano sotto casa tua, allora va bene

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome