Home ATTUALITÀ Francesca Della Ragione e le disuguaglianze sociali a Roma Nord

Francesca Della Ragione e le disuguaglianze sociali a Roma Nord

regalo-di-compleanno
Beauty journal

Selezionato per concorrere al premio Sorriso Rai Cinema Channel, nell’ambito della XV edizione del Festival “Tulipani di Seta Nera”, “Regalo di compleanno” è il primo cortometraggio dell’attrice romana Francesca Della Ragione, prodotto dalla Brandos Film.

In quest’opera ha voluto raccontare il delicato problema delle aste giudiziarie, che spesso coinvolgono le abitazioni di famiglia anche nei quartieri di Roma Nord.

“Ho voluto girare il corto tra Vigna Clara e il Fleming, quartieri molto benestanti della Capitale, perché sono diverse le famiglie di zona che hanno dovuto affrontare questa situazione, senza parlarne per vergogna o per paura dei giudizi altrui”, spiega la regista.

La trama. Due fratellini, Laura e Tommy, si trovano davanti al palazzo dove abitavano prima dello sfratto, per girare un video con il cellulare, un regalo per la mamma. Costretti a scappare via su insistenza del portiere, tornano verso la loro nuova abitazione: una macchina. Sulla strada, si fermano al bar dove facevano colazione e al negozio di giocattoli preferito di Tommy. Ad attenderli, una mamma molto preoccupata che prima li rimprovera ma, poi, si addolcisce. Una mamma che ha il duro compito di alleggerire la vita ai bambini, non facendogli pesare quello che sta succedendo, per poi crollare nel pianto, una volta addormentati.

“Viviamo nell’erronea convinzione che queste siano realtà dei quartieri più disagiati, ma non è così” – prosegue Francesca – “anzi, considerato che le case che finiscono all’asta giudiziaria vengono vendute ad un valore minore rispetto a quello di mercato, ho scoperto che esistono persone che, nelle nostre zone, cercano l’affare”. Una realtà che esiste, ma non si vede.

Tanti gli ex residenti della “Roma bene” che, dopo la pubblicazione del corto, le hanno mandato messaggi di ringraziamento per aver denunciato questa realtà.

Per realizzare l’opera, Francesca si è ispirata a personaggi esistiti e storie realmente accadute, che sono state raccontate anche agli sceneggiatori, Michele Belsanti e Alessandra Piccinni, da persone che hanno subito la stessa sorte della famiglia protagonista: vivere in una macchina, nella speranza di ricostruire una vita migliore per sé e per i propri figli.

Scorrendo le immagini del corto (visibile cliccando qui) si riconoscono le vie del Fleming e di Vigna Clara, cui la regista è molto legata essendovi nata e cresciuta. Il palazzo che si vede all’inizio del corto si trova al Fleming, così come il bar e la via dove ormai “vivono” in macchina i protagonisti, via Roccaporena.

Ben visibile è anche una Piazza Carli vuota, come può esserlo solo ad agosto.
“Ho apprezzato molto la disponibilità dei proprietari di Keyfood, di TBSP e del negozio di giocattoli Otello che hanno sposato il progetto. Un bel gesto di solidarietà per chi vive il quartiere, che partecipa come può alle denunce sociali”, conclude Francesca.

Caterina Somma

Francesca Della Ragione, cinema e non solo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome