Home ATTUALITÀ Un libro, sotto l’albero di Natale. E il regalo è servito

    Un libro, sotto l’albero di Natale. E il regalo è servito

    libri-libreria-libro
    Radiomedical Roma

    All’eterno quesito natalizio “non so cosa regalare”, noi proponiamo un libro. Che è sempre gradito, “fa” cultura e accresce le conoscenze del lettore.

    Per esempio siamo rimasti piacevolmente sorpresi da “Legalità e scrittura in cammino verso Santiago” (Tholos editrice), scritto a quattro mani da don Aniello Manganiello e Mino Grassi.

    Solo la “solita” tiritera del Cammino, che ognuno di noi, leggendo queste righe, dirà “prima o poi lo voglio andare a fare”? No, o meglio, non solo. Nel libro si parla di legalità, di lotta alla mafia, di prospettive giovanili, di speranza per il futuro.

    Restando in chiave… ecclesiastica, è consigliabile anche “Credere nello sport” (Bradipolibri edizioni), scritto dal cardinale Tarcisio Bertone, che sottolinea nel testo come “la pratica dello sport richiede un allenamento non solo fisico e atletico, ma anche di valori e di virtù umane e cristiane; lo sport è un vasto campo in cui le radici del messaggio cristiano sono in continua fioritura e dove la gente può esprimere la parte migliore di sé”.

    Ultimo, ma non per ordine d’importanza, “Abitare l’anima” (Ass. Terre Sommerse), scritto da Esper Russo, che invita il lettore a “essere custode della propria anima”. Perché “l’anima è il luogo privilegiato, è il nostro profondo essere che ci dona la possibilità di vita interiore, di presenza interna con la quale poter dialogare, perché ci parla; con la quale poter partecipare alla nostra esistenza, perché ci fa sentire il mondo, con la quale congiungere la nostra essenza, perché ci fa sentire la profondità di noi stessi”.

    Massimiliano Morelli

    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    After Covid total restore

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

    LASCIA UN COMMENTO

    inserisci il tuo commento
    inserisci il tuo nome