Home TEMPO LIBERO Cassia, Festival del Teatro Patologico dal 3 al 19 dicembre

Cassia, Festival del Teatro Patologico dal 3 al 19 dicembre

Esposizione al sole

In via Cassia 472 prende il via oggi, venerdì 3 dicembre, il Festival del Teatro Patologico 2021. Il femminicidio è il tema portante di questa edizione, in coerenza con la linea artistica del Teatro Patologico e del suo fondatore e direttore artistico Dario D’ambrosi che hanno sempre affrontato tematiche sociali con una particolare attenzione all’attualità.

Il Festival, che durerà fino a domenica 19 dicembre, si apre con la performance di Dario D’Ambrosi in “Appese ad un filo”, racconto psicologico e sociale che porta un uomo a compiere un gesto estremo. Si replica domani, 4 dicembre.

Il tema del femminicidio sarà poi affrontato venerdì 10 dicembre con “Uxor” di Andrea Di Vincenzo, con Nora Godano e Simone Vaio, e sabato 11 con “Luce“, uno spettacolo sulle relazioni pericolose con Agostino Rocca e Chiara Sassi.

Tre le serate che vedranno in scena i 20 attori diversamente abili della Compagnia Stabile del Teatro Patologico che reciteranno in “Il Cappotto” di Gogol per la regia di Francesco Giuffrè, figlio dell’indimenticato Carlo, da venerdì 17 a domenica 19.

Il programma

Venerdì 3 – sabato 4  dicembre alle 21
“Appese ad un filo” di e con Dario D’Ambrosi

domenica 5 alle 17.30
alle 17.30 “Non capisco”, presentazione  del  libro di Francesca Pizzuti
alle 18.15  “Art is a guarantee” con Azzurra Fiume Garelli

venerdì 10 alle 21
“Uxor – storie di donne” con Nora Godano e Simone Vaio regia di Andrea Di Vincenzo

sabato 11 alle 21
“Luce”regia, drammaturgia ed editing video: Erica Muraca con Agostino Rocca e Chiara Sassi

domenica 12
alle 17.30 “La più bella e(s)tate”, poesie e canzoni in forma di concerto con Alessandro Corazzi e Sofia Minkova
alle 18.15 “Eufronio e altri naufragi” tratto dal libro “Naufràgi” di Maurizio Costanza con Maurizio Costanza, Cristiana Giannachi Gabriella Tambone e Daniele Terriaca

venerdì 17 e sabato 18 alle 21, domenica 19 alle 17.30
“Il Cappotto” di Gogol, adattamento e regia: Francesco Giuffrè
con gli attori diversamente abili della Compagnia Stabile del Teatro Patologico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome