Home CRONACA Vigna Clara, lavori in corso in piazza Jacini e dintorni

Vigna Clara, lavori in corso in piazza Jacini e dintorni

lavori-piazza-jacini
Tempo Casa Vigna Clara

A piazza Jacini c’è un gran trambusto in questi giorni: sono finalmente partiti i lavori di riqualificazione della piazza e di via Stefano Jacini. Necessari e richiesti a gran voce dai cittadini, fanno parte di una serie di iniziative che coinvolgeranno Vigna Clara in questi mesi d’estate.

“Sono lavori molto importanti, che riguardano piazza Jacini e via Jacini e, in seguito, via di Vigna Stelluti in due fasi”, annuncia Stefano Simonelli, presidente del XV Municipio, in un video pubblicato sulla sua pagina facebook istituzionale.

Tutta l’area pedonale della piazza è avvolta da una lunga rete di recinzione arancione, al suo interno cumuli di terra, sanpietrini divelti e matasse di tubi. “Sono i lavori propedeutici a poter installare tre nuovi pali della luce e l’impianto di irrigazione per le aree verdi, verrà creata una vasca di raccolta delle acque per irrigare i giardini e per rimettere in funzione la fontanella”.

L’intervento coinvolgerà anche la pavimentazione, infatti “verranno effettuati dei lavori di ripristino – continua a spiegare Simonelli – di tutti i punti di pavimentazione con sanpietrini ammalorati”. Inoltre, è previsto un intervento di pulitura e riposizionamento delle panchine e il l’istallazione di dissuasori che impediscano di parcheggiare sopra o vicino alle aiuole.

“Siamo contenti di riuscire sicuramente per settembre a ridare vita, dignità e lustro a questa splendida piazza e a via Stefano Jacini”, assicura il presidente.

Un intervento atteso da tempo

Il 25 giugno 2020, un folto gruppo di residenti era sceso in piazza per richiedere la riqualificazione di via Jacini e dell’omonima piazza. L’evento era stato organizzato dall’associazione “Per Jacini. La piazza del quartiere”, presieduta da Roberto Zaccaria, docente universitario ed ex presidente Rai.

A muovere i cittadini la grave situazione di abbandono della zona da parte dell’amministrazione e l’inciviltà degli automobilisti. Una volta via Jacini era infatti verde e curata, la piazza un luogo di ristoro per gli anziani e di gioco per i bambini; negli ultimi tempi, come raccontato lo scorso anno, le erbacce, il secco e un tappeto di aghi di pino l’hanno resa pericolosa e inaccessibile, senza parlare delle panchine rotte, sporche e ricoperte di scritte. Le automobili, poi, in via Jacini vengono parcheggiate su marciapiedi e aiuole, ostruendo i passaggi pedonali e danneggiandole.

A più di un anno dalle rimostranze dei residenti, i lavori sono finalmente iniziati e la loro conclusione è prevista per settembre, anche se l’avvio era stato annunciato dal presidente Simonelli già a marzo 2021 e si sarebbero dovuti svolgere tra maggio e luglio 2021. Meglio tardi che mai.

Vigna Stelluti, altri lavori in cantiere

A pochi metri di distanza e proprio in questi giorni sono stati avviati altri lavori che interessano via di Vigna Stelluti e l’omonimo Largo. In particolare si tratta di chiusura delle riseghe dei marciapiedi ed eliminazione di ceppi di alberature, lavori che dovrebbero durare fino al 30 luglio.

“I lavori interesseranno alcuni punti dei marciapiedi- spiega Simonelli – dove verranno eliminati alcuni ceppi e soprattutto quelle anse che erano una volta state predisposte per il posizionamento dei cassonetti, che ormai non ci sono più. Quindi il marciapiede verrà rimesso in uso nella sua completezza”.

Inoltre, continua il presidente, “La prima settimana di agosto, partiranno dei lavori di manutenzione straordinaria della pavimentazione di via di Vigna Stelluti, da via Colajanni a Corso Francia. Questo permetterà, di fatto, il rifacimento totale della via perché, il tratto da via Colajanni a piazza Giuochi Delfici è già stato effettuato da Acea successivamente alla bonifica della rete idrica”. La durata prevista di questi lavori è di una settimana.

L’inaugurazione della “nuova” piazza Jacini

Nel concludere il suo video, il presidente ha annunciato che verrà organizzata una festa di inaugurazione della piazza a settembre e ha ringraziato “Gli uffici e gli enti che hanno collaborato alla progettazione e che stanno realizzando questo progetto”, come l’Ufficio Tecnico del XV, Areti, Acea, il Dipartimento capitolino Sviluppo Infrastrutture e Manutenzione Urbana e quello alla Tutela Ambientale.

Ma non solo, i ringraziamenti del presidente sono anche per i cittadini, rappresentati dall’associazione “Per Jacini. La piazza del quartiere”, presieduta da Roberto Zaccaria, e per i commercianti riuniti sotto la sigla di  Assocommercio Roma Nord, presieduta da Giovanna Marchese Bellaroto “che hanno partecipato per realizzare un progetto che porterà un valore aggiunto a questa piazza e a questo quartiere”.

Giulia Vincenzi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

11 COMMENTI

    • Concordo, ma sonontalmente incapaci che a Vigna Stelluti hannonfatto uno scempio. Hanno levato i ceapi ed invece ri reimpiantare alberi hanno rappezzato il marciapiede. Testimonianza della assenza di una cultura urbanistica ed ambientale. Queati sono DANNI VERI CHE NON PAGHERANNO MAI OLTRE A SOLDI PUBBLICI SPESI MALE.

  1. Caro Simonelli, sarebbe il caso ridare dignità e decoro (non pretendo il lustro!) anche alle altre strade e piazze del quartiere! In questi ultimi cinque anno ormai siamo arrivati a non avere più neanche un servizio di spazzatura delle strade!

  2. Bene , ma in una piazzetta con un supermercato, un cinema e un ristornon sarebbe il caso di pensare ad un parcheggio sotterraneo che libererebbe la piazza dalle auto?

  3. parcheggio sotterraneo a piazza Jacini ? Bella idea per uccidere la piazza, abbattere i pini, far chiudere i negozi per due o tre anni quanti ne servirebbero per costruirlo. Egregia signora forse lei non sa che una decina di anni fa, epoca sindaco Alemanno se la memoria non mi tradisce, ci fu già chi ebbe questa bella pensata restando travolto dalla giusta sacrosanta sollevazione popolare.

  4. anche perché il tanto strombazzato PUP non risolvette affatto in tutta Roma il problema del mare di automobili parcheggiate ovunque, ma rovinò definitivamente, snaturandole, piazze e vie di Roma

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome