Home CRONACA Vendeva cellulari e tablet rubati, arrestato ricettatore a Prima Porta

Vendeva cellulari e tablet rubati, arrestato ricettatore a Prima Porta

carabinieri-con-mascherine

Quindici cellulari di ultima generazione, sei tablet e due pc portatili. Una parte era esposta su una bancarella ambulante, altri nascosti all’interno di un’auto, il resto lo aveva in casa. Tutti rubati, o così pare.

A detenerli, un 29enne originario del Mali e residente a Prima Porta, che è stato denunciato a piede libero con le accuse di ricettazione e resistenza a pubblico ufficiale. 

La vicenda prende le mosse nel quartiere Esquilino dove l’uomo, nei pressi del famoso mercato di Piazza Vittorio, aveva allestito una bancarella volante sulla quale esponeva cellulari e tablet. All’avvicinarsi dei Carabinieri per un normale controllo, il giovane ha tentato di fuggire e, una volta raggiunto, ha opposto resistenza al controllo.

E’ emerso così che aveva con se ben 7 cellulari di ultima generazione, uno dei quali è risultato esser stato rubato pochi giorni fa. I Carabinieri hanno quindi verificato anche l’auto parcheggiata poco distante trovando all’interno altri tre cellulari, tre tablet e un personal computer. A questo punto è stata disposta la perquisizione della sua abitazione, a Prima Porta, all’interno della quale i Carabinieri hanno recuperato altri 5 smartphone, tre tablet e un pc.

Il telefono risultato rubato è stato subito restituito alla legittima proprietaria mentre su tutti gli altri dispositivi sono tuttora in corso ulteriori accertamenti finalizzati a verificarne l’esatta provenienza. L’uomo, come detto, è stato denunciato a piede libero con le accuse di ricettazione e resistenza a pubblico ufficiale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome