Home ATTUALITÀ Italia-Svizzera, altri 15.900 spettatori sugli spalti dell’Olimpico

Italia-Svizzera, altri 15.900 spettatori sugli spalti dell’Olimpico

euro2020

Si torna in campo all’Olimpico, in programma stasera alle 21 c’è la sfida con la Svizzera, le ostilità del match sono state affidate al signor Sergej Karasev, coadiuvato dai connazionali Demeshko e Gavrilin.

Si gioca senza il romano Alessandro Florenzi, acciaccato dopo la sfida contro la Turchia, al suo posto il napoletano Di Lorenzo. Al cospetto c’è una squadra difficile da affrontare e, anche se al debutto i compassati elvetici hanno pareggiato 1-1 contro il Galles, c’è poco da fidarsi.

La Svizzera è guidata da un allenatore che conosce bene lo stadio romano, quel Vladimir Petkovic che per due anni ha allenato la Lazio. E che con lui al timone ha conquistato la coppa Italia del 2013 battendo in finale la Roma.

Per la cronaca Italia-Svizzera si gioca per la cinquantanovesima volta, ma mai le due squadre si sono affrontate nella massima competizione per nazioni; ed è dal 1993 che i rossocrociati non battono gli azzurri.

La presenza sugli spalti è limitata come contro la Turchia, si assieperanno sugli spalti 15.900 persone. La storia racconta che le due squadre si affrontarono all’Olimpico nell’ottobre del 1973, la gara era valida per la qualificazione al Mondiale del 1974 e vinse l’Italia 2-0 grazie a una doppietta di Gigi Riva.

Massimiliano Morelli

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome