Home CRONACA Basta cinghiali e rifiuti a Roma Nord, lo chiedono su change.org

Basta cinghiali e rifiuti a Roma Nord, lo chiedono su change.org

cinghiali-via-panattoni

Cinghiali e rifiuti: due problematiche che vanno a braccetto e da risolvere con urgenza. Di fronte alla situazione sempre più ingestibile i cittadini si stanno muovendo per richiederne un intervento immediato.

I cinghiali imperversano tra le strade delle città attratti dall’immondizia che straborda dai cassonetti, soprattutto a Roma Nord. Il caso è ormai noto a tutti, ma la situazione è sempre più grave e insopportabile.

Di giorno e di notte, questi animali oltrepassano i parchi e imperversano tra le strade della città in cerca di cibo. Sanno, infatti, che troveranno rifiuti abbandonati in ogni angolo e lasciati a marcire per giorni a causa del netto rallentamento di AMA nella loro raccolta.

Nel 2019, Città Metropolitana di Roma Capitale ha sottoscritto, insieme alla Regione Lazio e al Campidoglio, un Protocollo d’Intesa per la gestione della presenza dei cinghiali nel tessuto urbano e periurbano di Roma, approvato con Deliberazione della Giunta Capitolina n. 190 del 27.09.2019. Secondo il protocollo le misure dovevano evitare anche “la presenza di rifiuti, organici e non, in tutto il territorio di competenza, soprattutto nelle aree di interfaccia tra la campagna romana e il territorio urbano al fine di eliminare ogni potenziale fonte trofica di origine antropica in grado di attrarre i cinghiali all’interno del perimetro urbano”.

Ben poco è stato fatto e l’arrivo della pandemia per Covid-19, con il conseguente lockdown, ha aumentato la presenza dei cinghiali tra le strade a Nord di Roma e di rifiuti abbandonati e abbandonati.

Ogni giorno i cittadini denunciano attraverso i social, con foto e filmati, la presenza dei cinghiali solitari o in gruppo sotto casa e raccontano i danni, il disagio e la paura che creano; alcuni ironizzano, altri danno consigli su come comportarsi in loro presenza: “Stare calmi e tranquilli è il segreto”.

Allo stesso tempo, ogni giorno i cittadini si indignano nel ritrovare cassonetti e marciapiedi stracolmi di rifiuti maleodoranti, che creano disgusto e imbarazzo del buttarvi altri sacchetti o nel passarci accanto.

Da questo quadro, emerge con evidenza che la sicurezza, l’igiene pubblica e il decoro delle strade di Roma è compromessa. L’arrivo dell’estate rende la situazione ancor più grave.

“Emergenza cinghiali e rifiuti a Roma!” è il titolo della petizione in corso in questi giorni su Change.org e lanciata da Dario Antoniozzi, membro dell’esecutivo romano di Fratelli d’Italia, per invitare i cittadini a unirsi nel chiedere al Comune di Roma e ad AMA di risolvere la situazione a stretto giro.

“Ho presentato una denuncia presso la Procura della Repubblica di Roma per la situazione ormai divenuta a dir poco indecente sulla gestione dei cinghiali e dei rifiuti nella Capitale”, si legge nel comunicato stampa di Antoniozzi che accompagna e spiega la petizione, per concludere che “va sottolineato che oltre ad ovvie problematiche legate all’ ordine pubblico igiene e sanità, il foraggiamento della fauna selvatica rappresenta una condotta penalmente perseguibile. Resto fiducioso nell’attività che vorrà mettere in campo la Procura della Repubblica di Roma per la risoluzione definitiva dell’ormai nota vicenda”.

Stefano Simonelli, presidente del XV Municipio, ha dichiarato al Corriere della Sera che si tratta di “un’emergenza che negli anni non è mai stata affrontata a livello strutturale, quindi anche dal punto di vista normativo ci sono degli angoli scuri” e che, nell’attesa di un impegno sinergico tra le autorità competenti, in alcune zone la velocità verrà diminuita a 30 Km/h per evitare incidenti stradali a causa del passaggio degli animali.

Giulia Vincenzi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 COMMENTI

  1. Simpaticissima La Sindaca Raggi che ha istituito il limite di 30 Km/h per ovviare al dissesto stradale prima e adesso coerentemente con le linee guida del movimento 5S, simpaticissimo il Presidente Simonelli, nell’istituire lo stesso limite di velocità per ovviare i problemi di emergenza rifiuti locali e di emergenza cinghiali.
    Faremo altro sforzo per limitare l’andatura, ci aspettiamo però un arco temporale entro il quale rientrare nella normalità dei limiti già stabiliti in città dei 50 Km/h o dei 70 e 90 e dei 110Km/h.

  2. Veramente simpatici! Ma oltre che simpaticissimi sono anche “geniali”! In attesa di “UN IMPEGNO SINERGICO TRA LE AUTORITA’ COMPETENTI” hanno escogitato la genialata del limite di velocità a 30 kmh….una iniziativa da “scienziati”.
    Dopo 5 anni di totale inerzia, nel momento in cui i cittadini si apprestano a mandarli a casa definitivamente parlano ancora di “attesa”….ma questi sono simpaticissimi, fortissimi, genialissimi roba da premio Nobel per le “supercazzole”!

  3. E’ certo: se urto un cinghiale a 35 Km/h rischio di fargli male…chissà a quanto andavano quelle persone che hanno perso la vita per aver urtato un cinghiale?

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome