Home CRONACA Cassia, vandalizzati i murales della stazione Giustiniana

Cassia, vandalizzati i murales della stazione Giustiniana

tina-loiodice

Ancora degrado a La Giustiniana e questa volta a farne le spese è il murale che si trova nei corridoi della stazione ferroviaria.

Realizzata cinque anni fa dall’artista Tina Loiodice nell’ambito del progetto “Arte in stazione e città a colori”, l’opera in questi giorni è stata in parte imbrattata da vandali.

L’arte che sfida il degrado

Un disegno che si snoda all’interno del complesso ferroviario, a partire dai muri d’ingresso lungo tutte le scale mobili fino al sottopassaggio; quattro volti di donne che hanno fatto la storia del cinema italiano dipinti uno a fianco all’altro e arricchiti dai contributi scritti del collettivo “Poesie Popcorn”.

Un mese di lavoro che ha impegnato l’artista tutti i giorni dalla mattina fino a tarda sera; un progetto del 2016 promosso dall’associazione di protezione civile NSA Roma Nord e sostenuta da RFI (Rete Ferroviaria Italiana), che puntava a donare nuova luce a 120 stazioni di Roma grazie all’opera di street artist e writer.

Ho scelto la stazione de La Giustiniana perché era quella del mio municipio più vicina a dove abito, e come molte altre stazioni della tratta FR3 aveva senz’altro bisogno di luce e colori – aveva raccontato la Loiodice nell’intervista rilasciata a VignaClaraBlog.it in occasione dell’inaugurazione del murale –  La gente si fermava a parlare, chiedeva, mi dava consigli. E’ stato molto bello e stimolante, il confronto diretto con la gente è una possibilità che solo la street art può darti”.

Le attrici italiane sfregiate

Ad essere stati imbrattati sono il volto di Virna Lisi, ritratta al fianco di Anna Magnani e Monica Vitti, e il dipinto che ritrae Claudia Cardinale in “La ragazza con la valigia”, il film del 1961 diretto da Valerio Zurlini e presentato in concorso al 14º Festival di Cannes.

Si tratta di tag, le famose firme che i writer lasciano su muri per siglare un graffito o semplicemente per “lasciare il segno”, come è avvenuto in questo caso.

Quello della Stazione de La Giustiniana è stato un grande impegno e una bellissima esperienza, realizzato esclusivamente per donarlo alla comunità. Un bell’impegno che ha portato via lunghe giornate di lavoro, l’ultimo giorno sono stata fino alle tre di notte per completare il murale e consegnarlo ai residenti” – racconta Tina, che oltre a firmare quest’opera, da anni realizza murales per il quindicesimo municipio.

Ora quel disegno andrà ristrutturato ma la Loiodice, che già per la realizzazione non aveva chiesto alcun compenso, si offerta ancora una volta di intervenire gratuitamente per recuperare l’opera.

Fortunatamente sono stati taggati campi neutri di colore omogeneo e questo facilita e abbrevia i tempi di ripristino del lavoro; credo siano sufficienti poche ore – ha aggiunto l’artista, che supportata dal comitato di quartiere La Giustiniana e dintorni, ora attende l’autorizzazione a procedere da Ferrovie dello Stato.

La Giustiniana preda dei vandali

Mi sono personalmente impegnato a procedere con la richiesta a FS per avviare i lavori di recupero del murale. Purtroppo ancora una volta il piazzale è stato preso di mira dai vandali, che continuamente creano disagi ai residenti – è intervenuto il Presidente del comitato, Francesco Petrucci.

“Come sempre come comitato ci impegneremo a fare in modo che tutto si risolva ma siamo sfiniti – ha proseguito Petrucci – Per la manutenzione dell’area, di cui ci prendiamo cura notte e giorno, servono tempo e energie, è davvero un peccato vedere tutto il nostro lavoro andare continuamente in fumo”.

L’accaduto, in poche ore ha fatto il giro delle pagine social di quartiere e ora è scattata la caccia ai responsabili. “Chi conosce la tag sa chi c’è dietro” ha commentato la Loiodice che però non conosce gli autori dell’ignobile gesto.

Risposta che non potrà arrivare neanche dalle telecamere interne alla stazione perché fuori uso.

L’elenco dei disagi che insistono su questo piazzale è lungo; l’incidente del murale imbrattato purtroppo è solo l’ultimo. Il comitato si occupa costantemente della manutenzione di Parco “Luciano Ricca”, l’area verde di 4.500 mq antistante la stazione, della pulizia della zona perimetrale alla ferrovia e della fontana, che ormai in disuso, è diventata un rifugio per i senza fissa dimora. A questo si aggiunge la presenza di rifiuti di ogni genere abbandonati in strada, topi, panchine divelte e non ultimo piccoli roghi tossici appiccati di notte” – proseguono dal comitato.

Tina, l’artista che fa bella Roma Nord

Nata e cresciuta a Roma Nord, Tina Loiodice risiede a Tomba di Nerone; nel 2012 ha aperto nel cuore di Trastevere il suo atelier, Spazio 40 Galleria, ma ormai da anni contribuisce a migliorare e ad abbellire spazi interni e esterni del XV Municipio.

Oltre agli ultimi due murales dell’Olgiata e Cesano, realizzati in memoria dei due amici morti in un incidente stradale e della coppia di ragazzi deceduti durante il terremoto di Amatrice, è sempre a sua firma il disegno all’interno del parco adiacente la stazione de La Giustiniana, come anche il murale di Via della Galline Bianche a Labaro.

Nello stesso periodo in cui è stato realizzato il murale della stazione, le venne commissionato un altro lavoro per la stanza dei colloqui dello sportello antiviolenza di Via Cassia 472. Si trattava di un disegno fatto per abbellire le pareti di un locale che quotidianamente accoglieva donne vittima di violenza, un lavoro realizzato per metterle a proprio agio e rendere meno dolorosa la loro esperienza.

Ludovica Panzerotto

© RIPRODUZIONE RISERVATA

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome