Home ATTUALITÀ Benedetta Bertini, ‘Ciao, sono la tua anima, ti va di parlare?’

    Benedetta Bertini, ‘Ciao, sono la tua anima, ti va di parlare?’

    libri-libreria-libro

    Il coronavirus, il lockdown, hanno rivoluzionato la nostra vita e il nostro modo di percepirla. La pandemia e le sue restrizioni hanno avuto un impatto negativo sul benessereVignaClaraBlog.it emotivo di molte persone, ancor di più su quelle che si trovavano in condizioni di difficoltà già prima del coronavirus e stanno causando l’insorgere,  in larghe fasce della popolazione, di ansia, stress, depressione, rabbia, solitudine, noia.

    L’ultimo anno ci ha spinto a confrontarci maggiormente con noi stessi, con le nostre paure, con le nostre ansie, con le nostre ossessioni. Qualcuno si è sentito solo, qualcun altro insoddisfatto, a qualcuno questa situazione ha tirato fuori una forte rabbia, paura o tristezza, c’è chi ha scoperto di aver bisogno di perdonare o chi ha provato una forte compassione e ha donato il proprio tempo agli altri.

    Ciao sono la tua Anima… ti va di parlare?

    Ecco perché Ciao sono la tua Anima… ti va di parlare? di Benedetta Bertini è il libro giusto per il momento che stiamo vivendo, perché non potendo fare molte attività all’esterno abbiamo più tempo da dedicare non solo a noi stessi, ma anche alle relazioni con le persone che abbiamo accanto.

    Una lettura fluida, veloce, scorrevole, con un linguaggio facile che si rivolge a tutti:   adolescenti e adulti. Il testo è suddiviso in quindici capitoli: Fiducia, Gioia, Ossessione, Paura, Rabbia, Invidia, Ansia, Tristezza, Insoddisfazione, Solitudine, Felicità, Compassione, Perdono, Amore e Gratitudine.

    Quindici emozioni che si presentano, ci parlano, ci spiegano perché arrivano, cosa vogliono, cosa possiamo fare per loro, ci ascoltano, ci danno dei consigli, ci spiegano come gestirle, come accettarle, come conviverci e come trasformarle in una opportunità. Il tutto con dialoghi dal ritmo dinamico e incalzante, con racconti e momenti di profonda riflessione.

    “In questo viaggio dentro di me ho immaginato di dare una forma, una voce e un’anima alle emozioni” spiega l’autrice, Benedetta Bertini. “Per accettare qualcuno bisogna prima conoscerlo; se questo principio è valido per le persone ho pensato di poterlo applicare anche alle emozioni.

    Ciao, sono la tua Anima… ti va di parlare? ci aiuta a conoscere e a vedere i nostri meccanismi interiori, che poi sono gli stessi per tutti. Cambiano infatti le situazioni o le circostanze che viviamo nel mondo esterno, ma nel nostro mondo interiore le emozioni che sperimentiamo, seppur con intensità differenti,  sono uguali per tutti.

    Tutti proviamo paura o ansia per il futuro,  tutti abbiamo bisogno di maggiore fiducia, sicurezza, tutti rimuginiamo sul passato, tutti abbiamo bisogno di sentirci riconosciuti, apprezzati, valorizzati, amati”, spiega Benedetta consigliando: “Scegliete l’emozione che rifiutate di provare in questo momento o quella di cui avete più bisogno e leggete questo libro. E’ solo osservando, comprendendo e trasformando le emozioni più dolorose in nostri -alleati-  che staremo meglio con noi stessi”.

    “Questo libro”,  racconta Benedetta nell’introduzione  “è nato in un momento molto difficile, quando in seguito ad alcune problematiche fisiche, sono stata costretta a modificare per diversi anni gran parte della mia vita e a rinunciare a quasi tutte le cose che mi piaceva fare.

    Nonostante le cure, le terapie, le medicine, non  riuscivo a guarire. Lo schema era sempre lo stesso: il dolore fisico mi causava paura, la paura veniva amplificata dall’ansia, l’ansia mi generava una profonda rabbia che sfociava in invidia per le persone in salute. Altri giorni invece, al posto della rabbia, sentivo una sconfinata tristezza, ma  il risultato finale era comunque distruttivo: mi commiseravo e crogiolavo nell’insoddisfazione.

    Finché un giorno ho detto basta, ho smesso di arrabbiarmi, con Dio, con il destino, con il mio corpo, con la vita, con l’Universo e ho spostato l’attenzione su me stessa. Ero il colpevole. La mia vera sofferenza nasceva dalla mia ossessione per il cambiamento. Non riuscivo ad accettare quella situazione che io ritenevo e vivevo come una profonda ingiustizia.

    E così ad un certo punto ho spostato l’attenzione dal mio corpo alla mia anima, ho smesso di ribellarmi, mi sono messa a nudo con autenticità  e ho iniziato a confrontarmi con tutto quello che accadeva dentro di me. Ho preso carta e penna e ho iniziato a scrivere una lettera a Paura, alla mia paura. Ed è così che è nato questo libro, è cosi che è iniziato il viaggio più difficile quanto affascinate: quello  dentro la mia Anima”.

    “Un viaggio dentro di me che è poi proseguito con la lunga malattia di mio papà, Giovanni Bertini, ex calciatore della Roma, affetto da Sla. Un calvario lungo 4 anni e molto doloroso, in primo luogo  per lui, ma anche per me che lo amavo e che gli sono stata accanto. E quell’esperienza, seppur tragica, mi ha profondamente trasformata ed ha contribuito a farmi vivere la vita in modo differente, aiutandomi a riscoprire un’emozione che troppo spesso dimenticavo e che dimentichiamo nel cassetto: la gratitudine”.

    “La gratitudine per ogni cosa che abbiamo, come poter parlare, mangiare, camminare, muovere gli arti, respirare autonomamente, tutte cose che mio papà Giovanni per diversi anni purtroppo non ha più potuto fare. Grandi fortune che finiamo per dare per scontate, finché non le perdiamo. Vivere in modo permanente in uno stato bello è impossibile”,  scrive Benedetta, “ma è nostro potere e nostro dovere ritornarci ogni qual volta ricadiamo nella sofferenza. Non dobbiamo infatti sprecare il nostro tempo in attesa che finiscano i problemi per essere felici, perché spesso ne risolviamo uno e purtroppo ne arriva un altro, più o meno grande. Non possiamo, né dobbiamo metterci in una condizione di attesa nella speranza che finiscano le sfide della vita perché significherebbe non valorizzare il bene più prezioso che abbiamo: il tempo”.

    “Essere felici è una nostra scelta e tutto dipende dai pensieri che scegliamo di avere, dalle emozioni che alimentiamo e dalle azioni che intraprendiamo”.
    Ciao,  sono la tua Anima… ti va di parlare?  è disponibile su  AMAZON  in formato cartaceo ed ebook.

    L’autrice

    Benedetta Bertini è nata a Roma il 10 febbraio del 1980. Giornalista professionista, conduttrice televisiva e radiofonica. Ha scritto il suo primo libro “Ciao, sono la tua Anima… ti va di parlare?” sul tema che le sta più a cuore, e che negli anni è diventato la sua vera missione: aiutare le persone ad essere libere dalla sofferenza e a raggiungere una migliore qualità di vita. Questo libro è il risultato di anni di studi, corsi, ricerche, elaborazioni ed esperienze che l’autrice ha fatto su se stessa.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    LASCIA UN COMMENTO

    inserisci il tuo commento
    inserisci il tuo nome