Home ATTUALITÀ Roma Nord, 17enne stuprata alla festa di Capodanno

Roma Nord, 17enne stuprata alla festa di Capodanno

stupro
Promuovi la tua attività commerciale a Roma Nord

Doveva essere una semplice festa di Capodanno organizzata da un gruppo di amici per brindare all’anno nuovo e invece si è trasformata in un vero e proprio incubo. Vittima del folle party una ragazza di soli diciassette anni, stuprata nel corso della notte da presunti amici, senza che nessun’altro si accorgesse di nulla.

Ora, nel mirino degli inquirenti sono finiti quattro giovani poco più che maggiorenni accusati di violenza sessuale nei confronti della giovane che di quella notte ha ricordi confusi.

La serata, peraltro vietata dal Decreto anti Covid che impediva qualunque tipo di assembramento per l’ultimo dell’anno anche all’interno di abitazione private, era stata organizzata nei giorni precedenti dal gruppo di amici in una villa di Roma Nord, messa a disposizione dalla famiglia di uno dei partecipanti che, visto il coprifuoco delle 22, aveva deciso di ospitare tutti per la notte.

Una festa clandestina quindi, spacciata per pigiama party, che per molti dei partecipanti, vista l’età, doveva essere anche il primo veglione fuori casa e lontano dai genitori.

Ma nel corso della serata evidentemente qualcosa è andato storto, e complice l’alcol, che pare aver offuscato i ricordi di tutti i partecipanti che a fatica nei giorni successivi hanno tentano di ricostruire la vicenda, la giovane si è ritrovata sola in una stanza in compagnia dei quattro amici.

Pur non riuscendo a ricordare cosa fosse effettivamente successo nel corso della nottata, la mattina del 1 gennaio al suo risveglio la diciassettenne ha capito di essere stata vittima di abusi e una volta rientrata a casa, profondamente scossa dall’accaduto, ha confidato tutti i suoi sospetti alla madre.

I genitori non hanno esitato a sporgere denuncia ai Carabinieri della compagnia di Roma Cassia – La Storta che ora, coordinati dalla Procura, stanno indagando sull’accaduto.

Oltre ai quattro ragazzi su cui grava l’accusa più grave, le forze dell’ordine starebbero ascoltando tutti gli altri partecipanti alla festa per tentare di ricostruire la serata e soprattutto fare chiarezza sui fatti avvenuti.

Ludovica Panzerotto

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome