Home ATTUALITÀ Cinghiali, Mocci (Lega): “Da centrodestra XV proposte concrete”

Cinghiali, Mocci (Lega): “Da centrodestra XV proposte concrete”

“Si sono Conclusi oggi i lavori del Consiglio straordinario municipale, richiesto dai gruppi di centrodestra, per affrontare il problema  dell’emergenza cinghiali sul territorio municipale. Nei tre giorni di dibattito, oltre a fare il punto della situazione ad un anno dall’approvazione del protocollo d’intesa per la gestione del cinghiale “Sus scrofa”, sono stati ascoltati gli uffici preposti del Comune di Roma, della Regione Lazio e gli Enti Parco presenti nel territorio.

E’ quanto dichiara Giuseppe Mocci, consigliere della Lega in Municipio XV, sostenendo che “nonostante il problema cinghiali sia complesso e di non immediata risoluzione, siamo convinti che ognuno debba fare la propria parte per mitigare un fenomeno che, soprattutto all’interno del tessuto urbano dei nostri quartieri e sulle strade, sta costituendo un serio pericolo per i cittadini e per gli animali domestici”.

“Uno dei temi affrontati, infatti, ha riguardato la questione della sicurezza in genere e della viabilità nelle zone soggette ad una maggiore concentrazione di animali selvatici, che spesso costituisco un serio problema per gli automobilisti. A tal riguardo, tra le varie proposte avanzate, è stato chiesto di incrementare la segnaletica stradale che indichi il pericolo attraversamento animali selvatici e l’installazione di dissuasori elettronici di velocità, che possano indurre gli automobilisti a rallentare e a non superare i limiti vigenti”.

“Al di là delle polemiche fatte in questi giorni da alcune forze politiche – conclude Mocci –  riteniamo utile e doveroso da parte di tutti, Municipio, Comune di Roma, Città Metropolitana e Regione Lazio, mettere in campo, con urgenza, ogni iniziativa concreta che possa mitigare il problema, partendo dal protocollo d’intesa approvato lo scorso anno fino ad arrivare all’attuazione di quanto approvato in Consiglio oggi”.

5 COMMENTI

  1. Fantastico! non si è fatto niente! Ma che ci stanno a fare tutti sti consiglieri?
    Pure tre giorni per decidere che bisogna andare piano!!

  2. Quindi la proposta a seguito di un Consiglio straordinario municipale per gestire il sovraccarico dell’area urbana di cinghiali è…avvertire gli automobilisti con segnaletica e dissuasori di velocità. Benissimo. Mi viene da piangere..

  3. Come riportato nel comunicato “…tra le varie proposte avanzate, è stato chiesto di incrementare la segnaletica stradale”. Le altre proposte sono le seguenti:
    “Impegna il Presidente del Municipio XV sul Sindaco di Roma in accordo con Città Metropolitana per attivarsi presso la Regione Lazio e gli enti parco regionali ROMA NATURA e PARCO DI VEJO al fine incrementare i controlli delle aree dalle quali derivano le invasioni da parte dei cinghiali e ungulati citati in premessa;
    Impegna il Presidente del Municipio XV e il Sindaco di Roma a monitorare lo stato della richiesta effettuata verso la Regione Lazio di stanziare fondi per effettuare perimetrature e apposite reticolazioni di divisione delle aree in oggetto, con strutture e materiali solidi in modo da contenere tale emergenza;
    Impegnare nuovamente il Presidente del Municipio XV sul Sindaco di Roma e sull’AMA per garantire un maggiore controllo della raccolta dei rifiuti e della pulizia delle strade nelle aree indicate in premessa e ai confini con le aree verdi da cui provengonocinghiali ed ungulati;
    Impegna il presidente del Municipio XV ad attivarsi presso la Polizia di Roma Capitale al fine di incrementare i controlli sulle strade nei punti sensibili a possibili immissioni di animali fuori controllo;
    Impegnare il Presidente del Municipio XV sul Sindaco di Roma per chiedere al XV gruppo di Polizia Municipale e tutte le altre forze dell’ordine attenzione al rispetto della normativa nazionale che vieta di dare cibo ai cinghiali e ad altri animali selvatici;
    Sollecita il Presidente del Municipio presso la Città Metropolitana, affinché venga adottato un piano di controllo come previsto dalla norma D.G.R. n. 847 del 30.12.2016 che ne individua i criteri e dalla D.G.R. n. 428 del 25.07.2017 che indica le azioni prioritarie di attuazione.”

  4. mentre chiacchierano allegramente , sabato scorso alle ore 16,30 ( no di notte o all’ alba , pieno e solare pomeriggio ) lungo via Azzarita passeggiavano allegramente 1 scrofona da 100kg e 5-6 cinghialetti.
    ero in macchina di ritorno con il cane e per fortuna in strada in quel momento non circolava nessun pedone , solo due macchine ( che si sono ovviamente fermate per lo spettacolo )
    se solo avessi anticipato l’arrivo di 2-3 minuti non so cosa poteva accadere visto che li parcheggio.
    ma oltre parlare , un serio abbattimento lo si vuole fare o si aspetta l’incidente come al solito ?

  5. Questa è pura demagogia… per gestire il problema cinghiali ci vuole scienza e competenza è inutile continuare a fare dibattiti discussioni o proposte, è giunto il momento di agire senza continuare ad essere ostaggi delle varie associazioni animaliste che da dietro una scrivania continuano a fare minacce proclami e proposte ridicole. Qualcuno ha tentato la cattura (senza competenze) e poi dove li mettiamo se tutto il territorio nazionale è invaso? una volta il cinghiale aveva qualche interesse venatorio ma oggi con la carne venduta a 3 € al Kg nessuno si sporca gli stivali. L’ho già detto e mi ripeto l’unica soluzione è l’abbattimento ed il conferimento delle carni ai centri di accoglienza o comunque in beneficenza (anche se comunque tutto ciò implica dei costi) e nessuno si vuole prendere la responsabilità.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome