Home SALUTE Stress e stanchezza: come gestirle al meglio

Stress e stanchezza: come gestirle al meglio

stress-e-stanchezza

Una vita frenetica, problemi in famiglia, giornate di lavoro o all’università troppo intense possono causare sensazione di sovraffaticamento psico-fisico. Tra i sintomi tipici dello stress possiamo riconoscere stanchezza e perdita di capelli, integratori alimentari come Lievito Sohn possono aiutare in questi casi.

Quando si soffre di stress risulta difficile, se non impossibile, anche alzarsi dal letto per affrontare la giornata. Ci si sente costantemente stanchi e si ha difficoltà a concentrarsi su quello che si deve fare. È normale che ogni tanto si soffra di cali fisici e mentali, soprattutto in seguito a giornate particolarmente intense, ma quando questa sensazione di stanchezza, pesantezza e irritabilità tende a persistere per settimane, allora forse si può parlare di surmenage cioè una forma di stress che deriva dall’iperattività.

Stress emotivo, mentale o fisico?

Lo stress può trovare origine in diversi cause. La fonte di stress infatti varia da persona a persona e può venire generato da problemi a livello emotivo, mentale o fisico.

Lo stress emotivo può essere dovuto ad alcune preoccupazioni, oppure a causa di problemi in famiglia o con persone vicine, quando vi sono tensioni, incomprensioni o altre situazioni spiacevoli.

Infatti liti continue o discussioni possono essere stancanti e quando non ci si sente capiti sembra ancora più difficile sopportare la situazione. Al contrario, relazioni sane e positive sono ottime per la nostra salute e ci fanno sentire amati e a nostro agio. Per questo è importante imparare a gestire le emozioni e, soprattutto, imparare a relazionarsi con gli altri nel migliore dei modi.

Per quanto riguarda lo stress fisico e mentale, invece, è in genere causato da un surplus di studio o lavoro. Quando infatti si dedica troppo tempo a queste attività, si può incorrere in un eccessivo sforzo mentale che può avere delle conseguenze anche a livello fisico.

Anche un eccessivo sforzo fisico, durante il quale non vengono rispettate le esigenze naturali di recupero del nostro corpo, può metterci al tappeto. Non solo i troppi impegni e ritmi di vita o lavorativi estenuanti, ma anche lo svolgimento di attività sportive troppo intense possono causare un forte stress per il nostro organismo.

Quali sono i sintomi dello stress?

Riuscire a riconoscere i sintomi dello stress è importante sia per gestirlo che per prevenirlo. I sintomi legati allo stress possono essere distinti in fisici, comportamentali, emozionali e cognitivi. In genere i più comuni sono:

  • Mancanza di forza fisica
  • Perdita dei capelli
  • Cefalea
  • Difficoltà di concentrazione e memoria
  • Vertigini
  • Sbalzi ormonali
  • Eritemi e dermatiti
  • Febbre
  • E altri disturbi psicosomatici

Quando uno o più di questi sintomi compaiono, sono il chiaro segnali che il nostro organismo ci sta chiedendo di fermarci. È inutile incrementare il consumo di eccitanti come il caffè: il nostro corpo ha bisogno di riposare e subito. 

Come gestire lo stress al meglio?

Quando ci si trova in un momento della vita particolarmente intenso occorre adottare delle strategie efficaci per evitare di venire assaliti dallo stress.

È sicuramente importante trovare un rituale anti-stress adatto alle nostre esigenze. Un rituale che permetta al nostro corpo di riposare e recuperare tutte le energie necessarie per affrontare la giornata. Per fare ciò basta semplicemente seguire alcuni accorgimenti che, se applicati, possono fare la differenza.

  1. Definire le proprie priorità: quando si inizia ad accusare eccessiva stanchezza, forse è perché ci si sta concentrando troppo sui bisogni e gli obiettivi degli altri e non abbastanza sui propri desideri e necessità. In questa situazione, allora, ciò che occorre è fermarsi un attimo e valutare cosa è veramente importanti per noi stessi e cercare di soddisfare quel desiderio.
  2. No al multitasking: quando si hanno mille cose da fare è normale provare a farle tutte e insieme per cercare di minimizzare il tempo. Tuttavia questo è anche il modo che ci fa perdere più energie andando a intaccare anche la resa finale. Per questo la soluzione ideale è quella di svolgere un compito alla volta, così da dedicare la giusta attenzione ad ogni singola attività.
  3. Usare il respiro per gestire il flusso dei pensieri: imparare a regolare la respirazione è il segreto anti-stress per eccellenza. Lo stress infatti provoca un mutamento nella respirazione e lo trasforma in affanno. Quando il respiro si fa pesante e irregolare, la respirazione consapevole è il modo migliore per riportare la mente e il corpo in equilibrio.
  4. Fare sport: l’attività fisica è sicuramente un’ottima valvola di sfogo per lo stress, ovviamente se eseguita correttamente e con il giusto atteggiamento, ancora meglio se effettuata all’aria aperta e immersi nella natura.
  5. Cambiare la mente con la mindfulness: la pratica della mindfulness è una sorta di processo che porta l’individuo ad essere consapevole di sé stesso, dei propri pensieri e delle proprie sensazioni. Riuscire a essere presenti al 100% in quello che si fa aiuta a rigenerare le energie perché permette di svolgere le azioni quotidiane meglio e più velocemente.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome