Home CRONACA Vigna Clara, scuola Zandonai: apertura rinviata per lavori ancora in corso

Vigna Clara, scuola Zandonai: apertura rinviata per lavori ancora in corso

scuola Zandonai

Lunedì 14 settembre cancelli chiusi in via Zandonai, nell’omonima scuola non suonerà la campanella delle 8 per segnare l’inizio del nuovo anno scolastico. L’apertura è stata rinviata causa lavori ancora in corso.

E’ quanto si apprende sul sito dell’Istituto Complessivo Goffredo Petrassi. “Le lezioni nel plesso di via Zandonai, a causa del protrarsi degli interventi di edilizia leggera, sono state differite a giovedì 24 settembre con delibera n. 62 del Consiglio d’Istituto. Tale decisione – scrive il Dirigente Scolastico Dott.ssa Patrizia Giordanosi è resa necessaria per consentire a tutti gli alunni di riprendere le attività didattiche in sicurezza. In tale situazione di emergenza i lavori in corso dovranno essere completati e la scuola pulita e sanificata“.

La notizia del rinvio non ha fatto felici molti genitori. Fra questi Valentina F., mamma di una bimba di sette anni che non vedeva l’ora di ritrovare i suoi amichetti. “Purtroppo, pur comprendendo le difficoltà del momento, le istituzioni non hanno fatto quanto necessario per garantire il diritto al ritorno a scuola agli alunni della Zandonai” scrive in una ‘lettera al direttore’ inviata alla redazione di VignaClaraBlog.it sostenendo che “La scuola attribuisce la responsabilità al XV Municipio”.

“Pare che qualche giorno fa – continua Valentina – la Preside, a seguito di sopralluogo in cui è stato constatato lo stato della situazione e l’impossibilità di poter avere la scuola pronta in tempo utile per l’apertura del 14, abbia chiesto all’ufficio tecnico del Municipio una data certa di fine lavori ricevendo assicurazioni che il giorno 11 sarebbero stati consegnati i locali affinchè il 12 potesse essere fatta la pulizia e la sanificazione”.

“Alle 14 del 10 settembre – incalza Valentina – la situazione era questa: manca evidentemente il completamento dei lavori, l’impianto elettrico, lo smaltimento dei materiali, la predisposizione della segnaletica, la pulizia e la sanificazione. Ecco le foto”.

“Poichè il Municipio non ha ammesso l’impossibilità di terminare i lavori nei tempi previsti, sembra che  la scuola non abbia potuto chiedere la chiusura ufficiale. Ha quindi deliberato, attraverso il Consiglio, un differimento nell’apertura, di fatto è la stessa cosa. Per onestà – sottolinea però Valentina – non conosco quale sia la versione ufficiale del Municipio e non so se la richiesta di lavori sia stata avanzata dalla scuola nei tempi utili e non so se in tutto questo ci siano delle mancanze della ditta addetta ai lavori. Resta però il fatto – conclude – che la sostanza non cambia: la scuola non apre il 14 ma dieci giorni dopo.  Di chi la responsabilità?”

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome