Home CRONACA Covid, nuovo caso di positività in una scuola di Roma Nord

Covid, nuovo caso di positività in una scuola di Roma Nord

via-cassia-811

Il primo caso a Roma Nord è del 30 agosto ed è stato quello dei cinque studenti delle superiori positivi al tampone e una dozzina di appartenenti al personale scolastico risultati positivi al test sierologico che ha avuto come conseguenza il rinvio dell’apertura dell’istituto internazionale Saint George’s British school a La Storta.

Il secondo, al liceo Marymount international di via di Villa Lauchli, una traversa di via Cassia a pochi passi da Piazza Giochi Delfici, a Vigna Clara,  dove nella giornata di venerdì 4 settembre, a seguito di un caso di positività di un ragazzo dell’ultimo anno del liceo,  9 studenti  sono stati posti in quarantena ed in sorveglianza sanitaria.

Ed è ancora un istituto privato di Roma Nord a denunciare un caso di contagio fra gli studenti. Si tratta del prestigioso American Overseas School of Rome ubicato in via Cassia 811, a Tomba di Nerone, dove  un liceale  è risultato positivo al test.

L’istituto aveva riaperto i battenti il 3 settembre garantendo una stretta applicazione di tutte le norme anti-covid. Nonostante ciò nella serata di martedì 8 settembre una mail inviata ai genitori dalla dirigenza della scuola li ha avvisati che un allievo del secondo anno di liceo è risultato positivo ma asintomatico. La scuola è stata subito sottoposta ad un intervento di sanificazione ma tutta la classe e relativi insegnanti resteranno in isolamento domiciliare fino a specifiche disposizioni da parte della ASL.

E’ di questa mattina invece un post dell’istituto su facebook dove si dice che, dopo aver appreso la positività dell’alunno, “la scuola ha immediatamente contattato le autorità sanitarie italiane per garantire che tutti i protocolli fossero seguiti e l’intero campus è stato completamente igienizzato durante la notte da una società esterna. Utilizzando la nostra tabella di tracciamento dei contatti, il Covid Response Team ha avvisato tutte le persone che erano state in contatto con lo studente positivo. Ogni singolo contatto sarà esaminato dall’ufficio della Asl, per determinare il rischio. La nostra comunità continua ad aderire a severi protocolli di sicurezza che prevedono come regole quelle di indossare la mascherina, igienizzare le mani e il distanziamento sociale”.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome