Home ATTUALITÀ Chiara Osso, sedicenne cantautrice, pianista e musicista di Roma Nord

Chiara Osso, sedicenne cantautrice, pianista e musicista di Roma Nord

chiara-osso

Il suo primo singolo, pubblicato lo scorso maggio, si chiama “Anche se brucia lo sfondo” e lei è Chiara Osso, 16 anni appena compiuti, cantautrice, pianista e musicista romana. Nata a Marino il 4 agosto 2004 è cresciuta a La Storta dove tuttora risiede con la sua famiglia.

Figlia unica e con un nonno che le ha trasmesso la passione per la musica, Chiara persegue il suo grande sogno senza alcuna esitazione: “Da piccola cantavo a casa, avevo si e no sei anni e mi divertivo tantissimo. Ho iniziato a fare sul serio quando mi sono iscritta a un corso di canto alla “Bottega del suono”, un’accademia musicale di Formello, e sono arrivata fin qui, al mio primo singolo”.

La musica a 360 gradi

Chiara Osso si avvicina alla musica in prima elementare dedicandosi allo studio del pianoforte e da lì scopre la passione per gli strumenti musicali; per tre anni prende lezioni di batteria e impara da autodidatta a suonare la chitarra, il basso e l’ukulele.
“Per me fare musica ha sempre voluto dire viverla a 360 gradi; mio nonno era un artista, oltre ad essere musicista era un grande pittore, lo ringrazio per avermi trasmesso l’amore per l’arte in genere e per avermi cresciuto con la chitarra tra le mani.”

A 11 anni Chiara partecipa come cantante solista alla trasmissione “I Fatti Vostri”, in onda su Rai2, per la rubrica “Saranno Famosi” e per sette canta nel Gospel per la Pace del maestro Demo Morselli e di Marcello Cirillo.

Sempre con il coro Cirillo nel 2017 si esibisce davanti a Papa Francesco in Piazza San Pietro, e negli anni partecipa a concorsi quali il Cantagiro, il Tour Music Fest, il premio Mia Martini, Tra sogno e realtà: “Quella in Piazza San Pietro è stata un’esperienza davvero forte, non capita tutti i giorni di avere l’opportunità di cantare davanti al Papa”.

Chiara parla delle sue esperienze passate, ma soprattutto dei suoi progetti futuri con grande entusiasmo e convinzione, grata ai suoi genitori per averla sempre supportata in questa avventura.
Sono figlia unica e per me questa è stata una grande fortuna, i miei genitori sono sempre stati dei grandi alleati, non si sono mai tirati indietro e al contrario si sono resi sempre disponibili. Sono ancora minorenne per cui la loro presenza è davvero necessaria.”

“Il piccolo robot” di Roma Nord

Dopo aver frequentato la scuola elementare a Isola Farnese e le medie a La Storta, Chiara Osso oggi è iscritta al liceo scientifico e dallo scorso anno studia musica al Preaccademico di pianoforte jazz al Saint Louis College of Rome. “Non è mai stato un problema conciliare lo studio con la musica, certo è molto impegnativo, richiede serietà e organizzazione, ma basta volerlo. I miei amici mi dicono che sono un robot ma io sono sempre riuscita a fare tutto senza rinunciare a nulla, compresi le amicizie.”

Nel corso dell’intervista a VignaClaraBlog.it Chiara ci spiega con una semplicità disarmante in che modo una ragazza così giovane riesca a portare avanti tutti i suoi impegni tenendo fisso davanti a sé il più grande obiettivo: “Ho mille interessi, primo tra tutti la musica, ma sono anche un’appassionata di viaggi e delle lingue straniere, e certo non voglio rinunciare agli amici e al divertimento. Ho capito che il modo più semplice per poter fare tutto senza perdere di vista nulla è trovare un filo unico che unisca queste mie grandi passioni, così studio le lingue straniere che mi aiutano anche per la musica, viaggio per svago e per cantare e non sono mai sola perché tanti dei miei amici sono anche musicisti, compreso il mio migliore amico. Volevo fare la cantautrice e con tantissimo impegno ci sto riuscendo.”

Passo dopo passo a luglio del 2019 Chiara vince “The Voice of The Sea” il concorso musicale di Costa Crociere sulla Costa Diadema: “Quella vittoria è stata davvero una sorpresa, sulla nave c’erano tantissimi spagnoli che mi hanno votato”.

La musica, lo strumento migliore per trasmettere sé stessi

Nell’ultimo anno Chiara Osso intraprende un corso di scrittura, seguita da Riccardo Brizzi, coautore del suo singolo “Anche se brucia lo sfondo”, prodotto da Cesare Chiodo. “Finora mi ero sempre dedicata al blues e al soul, cantando e suonando anche testi più classici. Per il percorso di scrittura ho dovuto rinnovare il mio stile avvicinandomi a sonorità più contemporanee come l’urban e il pop. Così è nato il mio primo inedito”.

Come racconta Chiara “Anche se brucia lo sfondo” nasce dalla voglia di mettere nero su bianco sensazioni e stato d’animo di un determinato periodo della vita della cantautrice, un modo per condividere con gli altri  i suoi sentimenti e far sì che chi ascolta possa rispecchiarcisi: “Ho voluto raccontare una storia d’amore travagliata, ma il messaggio è che “anche se brucia lo sfondo” vale sempre la pena “salvare il quadro”, cogliere cioè quello che di bello una storia lascia, cogliendo i lati positivi e i ricordi più belli”.

Chiara Osso ha un’idea precisa della musica, soprattutto sul rapporto che dovrebbe legarla ai giovani: “Sarebbe bello se la musica venisse considerata da tutti, ma soprattutto da noi giovani, come un vero e proprio lavoro, un impegno e non solo un hobby. Dico questo perché ho la sensazione che ormai ci si concentri su altri tipi di mestieri, carriere che tengono conto solo della superficialità, per esempio il mestiere di “influencer”.

“Al contrario – continua Chiara – temo che la musica stia perdendo di importanza. Sarebbe bello per esempio se il canto e lo studio degli strumenti, ma anche la storia della musica, avessero più spazio nelle scuole; la musica dovrebbe diventare un vero e proprio modo di istruire gli adolescenti, allontanandoli da temi volgari che ormai sono sempre presenti anche in questo campo. Nonostante tutto però la musica continua ad essere un modo unico per condividere sé stessi e le proprie emozioni con gli altri, che siano amici, conoscenti, sconosciuti o persino persone di altri paesi.”

Musica e XV Municipio

Chiara dimostra di avere le idee più che chiare. E lo fa affermando che “Oltre alle scuole sarebbe importante che anche sul territorio, parlo per esempio del nostro municipio, ci fossero maggiori spazi dedicati a quest’arte, dei luoghi dove i giovani possano avere l’opportunità di studiare e fare musica, o anche semplicemente ascoltarla. Per fortuna ci sono le parrocchie che organizzano corsi e spettacoli ma per gli adolescenti sarebbe una grande opportunità avere una maggiore offerta in questo campo. Radio l’Olgiata per esempio è una radio molto attiva in zona e promuove molti artisti emergenti di Roma Nord.”

Nuovi progetti

Neanche il caldo e l’estate l’hanno fermata. Salutandoci, dallo studio di registrazione Chiara ci annuncia nuovi progetti in vista: “Stiamo lavorando al mio secondo inedito, ma non posso dirvi di più, sarà una sorpresa!”.

Per non perdere tutte le sue novità, oltre che su youtube, potete seguire Chiara Osso sulla sua pagina Instagram e sul suo profilo facebook.

Ludovica Panzerotto

 

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome