Home SALUTE Cervicalgia: qualche consiglio per alleviare il dolore

Cervicalgia: qualche consiglio per alleviare il dolore

Cervicalgia

Il dolore al collo è un malessere molto diffuso che colpisce indistintamente uomini e donne di tutte le età. Normalmente si manifesta con un dolore intenso che parte dal collo e si estende fino alle spalle e, nel peggiore dei casi, raggiunge le braccia rendendo difficili anche i movimenti più semplici.

Combattere la cervicalgia lo si può fare tramite l’assunzione di farmaci antidolorifici, in particolare il paracetamolo, oppure con l’aiuto di cerotti antinfiammatori, ma è possibile adottare anche altri rimedi utili a sconfiggere il dolore al collo.

Le cause della cervicalgia

A causare il dolore al collo possono essere una moltitudine di fattori. Sicuramente tra le principali cause troviamo la postura scorretta che ognuno di noi assume, che sia in casa, seduti in ufficio o in macchina, quando andiamo in bicicletta o, addirittura, quando indossiamo scarpe non idonee. La cervicalgia può essere scatenata anche da uno sforzo inadeguato del collo, istantaneo o brusco, oppure dall’utilizzo di un cuscino troppo alto.

In altre situazioni, invece, la causa può essere ritrovata in microlesioni sia al disco intervertebrale sia alle articolazioni che possono portare, col passare del tempo, all’artrosi, patologia dovuta normalmente all’età che avanza ma agevolata da movimenti scorretti e prolungati nel tempo.

I rimedi della cervicalgia

Come per tutti i problemi di salute è sempre meglio evitare l’autodiagnosi e, soprattutto, evitare di scegliere da soli la cura da adottare. In particolare in casi in cui il dolore si manifesta in maniera acuta o diventa cronico la soluzione migliore è quella di sottoporsi alla valutazione di uno specialista. Sarà il medico a consigliare i farmaci analgesici più adatti e se, eventualmente, associarli a farmaci rilassanti, cicli rieducativi e di fisioterapia.

In generale, comunque, quando il dolore al collo è causato da un movimento brusco, da una postura scorretta, o più in generale è saltuario e non cronico, è possibile adottare dei rimedi naturali efficaci e, soprattutto, privi di controindicazioni.

Tra questi rimedi naturali, tra i più efficaci per trattare la cervicalgia, troviamo l’arnica montana. Questa pianta, che cresce solo in montagna, contiene al suo interno degli oli essenziali dalle proprietà anti-reumatiche, antinfiammatorie e analgesiche. Grazie proprio a queste sue proprietà, dovute dall’elevato contenuto di terpeni, l’arnica montana è perfetta contro il dolore al collo. La si può acquistare sia in farmacia che in erboristeria sotto forma di olio o di gel da massaggiare sulla zona dolorante per lenire la tensione muscolare.

Utili sono anche le applicazioni di impacchi caldi o cerotti auto-riscaldanti direttamente sulla zona interessata. Tuttavia il calore è consigliato per trattate contratture muscolari e per sciogliere le tensioni. In caso in cui il dolore al collo sia dovuto ad un’infiammazione, allora è consigliabile applicare degli impacchi freddi per ridurre l’infiammazione. La scelta dell’impacco caldo o freddo dipende quindi dalla causa del dolore.

Inoltre, se il dolore è causato da contratture muscolare, si può ricorrere anche ai massaggi. Tuttavia è sempre bene rivolgersi a mani esperte che sappiano dove e come agire per decontrarre i muscoli nel modo giusto ed evitare così di peggiorare la situazione.

Quando invece il dolore alla zona cervicale è causata da una tensione muscolare dovuta ad una situazione di stress, è possibile intervenire in modo naturale sull’ansia e sulla tensione tramite l’assunzione di integratori a base di magnesio e melatonina. Utili a questo scopo sono anche la melissa, la passiflora e il biancospino che possono essere assunti in tintura madre o sotto forma di tisana.

Come prevenire la cervicalgia

La cervicalgia può essere prevenuta seguendo alcuni piccoli accorgimenti. Sarebbe opportuno, infatti, eseguire dei piccoli movimenti del collo appena svegli per ridurre il rischio di comparsa della cervicalgia ma è importante anche prestare attenzione alla propria postura e cercare di sedersi sempre eretti alla scrivania, a tavola durante i pasti o alla guida dell’automobile.

Inoltre occorre prestare attenzione anche agli sbalzi termici e soprattutto evitare di esporsi a fonti fredde, all’aria condizionata (soprattutto quando si è sudati), a spifferi o ai finestrini dell’automobile.

È possibile trovare in commercio, inoltre, degli specifici cuscini per la zona cervicale. Questi cuscini sono realizzati in tessuto naturale e la loro imbottitura è composta da semi che si adattano perfettamente alla forma del collo e che, all’occorrenza, possono essere riscaldati nel microonde mantenendo a lungo la temperatura ideale. Fondamentale per contrastare il dolore al collo, insieme alla scelta del cuscino, è anche la scelta del materasso che deve essere ben compatto e deve permettere alla testa di essere ben allineata con la colonna vertebrale.

Infine, utile a prevenire il dolore al collo, è anche lo yoga. Esistono infatti nello yoga alcuni esercizi posturali mirati a rafforzare i muscoli che sorreggono la testa che, eseguiti con costanza, possono prevenire disturbi legati al collo e alla colonna vertebrale. Tra questi troviamo per esempio la posizione del triangolo esteso che riequilibra i muscoli che permettono alla testa di girarsi e la posizione del gatto in cui il collo viene sottoposto a un massaggio che allevia i dolori cervicali.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome