Home ATTUALITÀ Nell’indifferenza totale torna l’ora legale

    Nell’indifferenza totale torna l’ora legale

    ora-legale

    Tra sabato 28 e domenica 29 marzo, esattamente alle 2 di questa notte, dovremo spostare le lancette degli orologi in avanti di 60 minuti.

    Oddio, che se poi uno lo fa questa sera prima di andare a letto o domani quando si sveglia cambia poco o nulla: in questo periodo di reclusione casalinga forzata la dimensione tempo si è dilatata, è diventata effimera. Con l’agenda vuota e senza appuntamenti guardare l’ora è un gesto che ha perso importanza.

    Dice “avremo un’ora di luce in più”. Peccato che a causa di una primavera che ancora non è proprio decollata e che non ci invoglia a fare passeggiate, avere un’ora in più di luce stando dentro quattro mura non sembra proprio il massimo, almeno in questi giorni di cielo grigio e bigio.

    Ma tant’è. L’ora legale, messa in atto dalla maggior parte dei paesi industrializzati in nome del risparmio energetico, scatta questa notte e rimarrà in vigore fino a domenica 25 ottobre.

    LASCIA UN COMMENTO

    inserisci il tuo commento
    inserisci il tuo nome