Home LA STORTA La Storta, al via il progetto DAE “Scuola Cardioprotetta” 2020

La Storta, al via il progetto DAE “Scuola Cardioprotetta” 2020

defribillatore
foto di repertorio

Ogni anno in Italia circa 70mila persone sono vittime di un arresto cardiaco improvviso. In pratica una città di medie dimensioni che scompare. La quasi totalità di questi tragici eventi si verifica lontano dalle strutture sanitarie e nel 70% dei casi avviene in presenza di altre persone. Purtroppo il 4% di queste vittime sono bambini con meno di 8 anni.

Sulla base di questi presupposti il Comitato Genitori dell’Istituto Comprensivo Via Cassia 1694 e l’Associazione Scuola da Vivere hanno dato il via al progetto “Scuola cardioprotetta” edizione 2020 che fa seguito a quella del 2018 per il Plesso Bruno Buozzi.

Raggiungere una persona colta da un arresto cardiaco improvviso all’interno di una scuola può essere molto difficoltoso. Il 118, in base alle sue statistiche annuali, dice che difficilmente riesce ad intervenire entro dieci minuti dall’accaduto. Ma dato che nelle scuole non si è mai da soli, è fondamentale che tutti imparino ad intervenire rapidamente e a salvare vite umane.

Il progetto DAE “Scuola Cardioprotetta” 2020

Sviluppare il progetto di cardio-protezione scolastica in collaborazione con il Comitato Genitori dell’Istituto Comprensivo Via Cassia 1694 per l’acquisto di un defibrillatore semiautomatico DAE significa averne uno a disposizione H24, affidabile e facile da usare, scelto tra i migliori presenti sul mercato.

Ma significa anche diffondere la cultura del primo soccorso in situazioni di emergenza, formare il personale scolastico, studenti compresi, con corsi BLSD (Basic Life Support-Defibrillation) certificati e accreditati alla Regione Lazio e infine  ottenere un programma di assistenza e manutenzione del defibrillatore nelle scuole.

Come avvenuto nel 2018, l’attenzione sarà puntata sulla sensibilizzazione al Primo Soccorso e al senso di responsabilità civica. Con gli alunni più piccoli saranno introdotti anche i primi elementi operativi affinché comprendano la reale efficacia dell’apparecchiatura che verrà installata nel loro Plesso.

Il Progetto prevede sostanzialmente la formazione (teorica e pratica) e l’acquisto di due defibrillatori da installare nei Plessi “Isola Farnese” e “Giuseppe Tomassetti”, entrambe scuole primarie a tempo pieno.

E’ da considerare che a Isola Farnese, sede del plesso omonimo, non esiste alcun punto DAE pur essendo presente un centro anziani ed una chiesa i cui frequentatori potrebbero avere l’esigenza dell’apparecchiatura salvavita. Stessa situazione per il plesso Tomassetti posizionato al centro del quartiere La Storta, adiacente ad attività commerciali, ufficio postale, banche ed un centro anziani. La presenza del DAE sarà quindi utile anche al di fuori dell’ambito scolastico.

Il corso di formazione sarà effettuato dalla Croce Rossa Italiana “Comitato Roma 15” e prevede sia la teoria che la pratica.  Inoltre il soggetto formato viene iscritto nella lista esecutori di EUROPEAN RESUSCITATION COUNCIL secondo le linne guida 2005 ERC ed inserito nel database dell’ARES 118 per gli esecutori della Regione Lazio come personale autorizzato all’uso del DAE in sede extraospedaliera.
Sessanta saranno le persone formate tra docenti dell’Istituto Comprensivo Via Cassia 1694 e genitori degli alunni frequentanti i due plessi.

L’acquisto dei due macchinari elettromedicali salvavita è a totale carico del Comitato Genitori, coadiuvato in questa fase dall’Associazione Scuola da Vivere, che non nascondono di aver bisogno del contributo volontario da parte di cittadini e aziende.

E’ quindi possibile contribuire a questo progetto con una donazione sul codice iban IT86Y0832703228000000004968  intestato a “Scuola da Vivere” presso la Banca di Credito Cooperativo di Roma, agenzia 28, La Storta.

VignaClaraBlog.it

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome