Home ATTUALITÀ Un poliambulatorio aperto a tutti ma non tutti lo sanno

Un poliambulatorio aperto a tutti ma non tutti lo sanno

poliambulatorio ministero-esteri

Forse non tutti sanno che a Piazzale della Farnesina 1, proprio all’interno della sede del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale esiste un poliambulatorio della Asl Roma 1 aperto al pubblico.

Con accesso dal lato stadio Olimpico, al piano rialzato dell’edificio che ospita il Maeci il Poliambulatorio, ormai da circa vent’anni, garantisce l’assistenza specialistica ambulatoriale a tutti i cittadini del XV Municipio.

Come per tutti gli ambulatori ASL si accede per appuntamento, e per prenderlo occorre andare di persona esibendo l’impegnativa del medico di medicina generale o dello specialista e muniti di ricevuta del pagamento ticket o di eventuale esenzione (il pagamento avviene solo tramite bancomat. In alternativa è possibile pagare il ticket presso le casse degli altri ambulatori della ASL Roma 1).

Lunghi corridoi luminosi e tappeti rossi

Accompagnata da Emanuela Biazzo, Direttrice del Distretto 15, e da Maria Liberata Dodaro, Dirigente del Poliambulatorio, la redazione di Vignaclarablog.it ha visitato di persona gli ambulatori asl della Farnesina, situati in un’ala del Ministero che ospita anche un asilo nido per i figli dei dipendenti.

Prelievi ematici, analisi cliniche, visite specialistiche ambulatoriali, servizio di diagnostica ecografica, radiologia: sono tutte le attività che questa sede fornisce all’utenza esterna, ma il poliambulatorio, attraverso una convenzione con il Ministero degli Affari Esteri, garantisce anche altri servizi dedicati a tutti i dipendenti del Ministero.

Anche se un po’ nascosto il nostro ambulatorio opera quotidianamente al servizio del cittadino offrendo un’assistenza medica ambulatoriale di alto livello. Oltre al servizio di analisi cliniche, attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 9.30, supportato dall’Ospedale San Filippo Neri che analizza i campioni, è possibile prenotare visite specialistiche ambulatoriali previa richiesta del medico curante e con pagamento elettronico del ticket”  ci spiega la Dottoressa Dodaro.

Tutti i servizi del Poliambulatorio

Nella nostra sede è possibile usufruire dei servizi di cardiologia, dermatologia, gastroenterologia, oculistica e otorinolaringoiatra. Inoltre da ottobre scorso è stato inserito l’ambulatorio di pneumologia dove è si possono prenotare visite pneumologiche, spirometrie, monitoraggi con saturimetro e test del cammino. Sono attivi anche i servizi di odontoiatria e odontoiatria conservativa e fisiatria, branca molto importante e con grande affluenza. Offriamo inoltre tre tipi di servizio ecografico di tipo internistico, ginecologico e muscolo scheletrico”.

La Direttrice del Distretto 15, di cui fa parte anche questa sede ambulatoriale, e la Dottoressa Dodaro ci spiegano che a questi servizi si aggiunge quello di medicina generale riservato al personale Maeci di rientro dalle missioni all’estero e quello di primo soccorso dedicato al personale del Ministero presente in sede o a chiunque si trovi negli ambienti della Farnesina.

Il poliambulatorio si occupa anche dell’assistenza del personale ministeriale in missione all’estero e che soggiorna fuori dall’Italia per un determinato periodo di tempo. Una volta rientrato al Ministero, il funzionario viene sottoposto ad una serie di visite mediche che comprendono controlli ematici, una radiografia del torace e un elettrocardiogramma, ovviamente tutti i controlli vengono fatti a tutela della salute del personale ministeriale e in raccordo con gli uffici preposti del Ministero”.

E non è ancora tutto, sottolinea la dottoressa Biazzo, spiegando: “Oltre a questo forniamo un servizio di primo soccorso a tutto il personale interno ma ovviamente in caso di emergenza a tutte le persone che si trovano all’interno di questa sede e che ne dovessero avere bisogno”.

Prevenzione e screening sanitari

Grande attenzione viene dedicata anche al programma di prevenzione e di screening sanitari che ormai da anni il Sistema Regionale Sanitario promuove per tutti i cittadini.

La prevenzione è fondamentale per la cura di diverse patologie ed è nostro compito provvedere a diffondere il più possibile tra i cittadini l’informazione su tutti i servizi che il Sistema Sanitario Regionale offre. Oggi grazie agli screening gratuiti a disposizione degli utenti è possibile diagnosticare precocemente l’eventuale insorgenza di un tumore. Al momento sono possibili tre percorsi di prevenzione che riguardano lo screening di prevenzione del tumore alla mammella, quello per i tumori al collo dell’utero e infine lo screening al colon retto – ci spiega la Dottoressa Biazzo illustrandoci le brochure dedicate a questi programmi.

 “Purtroppo non è ancora molto diffusa la cultura della prevenzione ma noi faremo di tutto perché sempre più cittadini ne vengano a conoscenza e usufruiscano di servizi che, lo ricordiamo, sono gratuiti. La posizione di questa sede ambulatoriale, all’interno di un Ministero, ci aiuta anche in questo: possiamo raggiungere quante più persone possibili, e anche se non tutte appartenenti a questo distretto sanitario, riusciamo almeno ad informare tutto il personale, in questo caso, circa 3.000 persone”.

Donare il sangue a Roma Nord

Ultimo ma non certo per importanza è il servizio di donazione del sangue che questo poliambulatorio svolge e che rientra nel   progetto promosso dal Municipio XV per il triennio 2018-2020 proprio in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri della Cooperazione Internazionale, la ASL Roma 1, l’Azienda Ospedaliera Sant’Andrea, l’Ospedale San Pietro e al quale hanno aderito l’AVIS Comunale di Romal’AVIS Intercomunale San Pietrola Croce Rossa Italiana, l’Ad Spem (Associazione Donatori Sangue Problemi Ematologici) ed EMA- ROMA (Associazioni convenzionate con la ASL Roma 1 e munite di autoemoteca).

Il progetto, che quest’anno ha previsto anche la “Gara-concorso della solidarietà” fra le scuole del XV  Municipio, conta l’organizzazione di quattro giornate di raccolta sangue ogni anno su tutto il territorio. Un percorso volto alla sensibilizzazione alla donazione, un “viaggio della solidarietà” che ha già visto la partecipazione attiva di tanti cittadini di Roma Nord che hanno appunto partecipato alle scorse edizioni.

Ludovica Panzerotto

VignaClaraBlog.it

9 COMMENTI

    • si accede per appuntamento (per prenderlo occorre andare di persona) esibendo l’impegnativa del medico di medicina generale o dello specialista muniti di ricevuta del pagamento ticket o di eventuale esenzione.

  1. Che la fisiatria fosse una “branchia molto importante” fa riflettere e sorridere…. ci sarebbe bisogno di tornare sui banchi della scuola media! Poveri noi!!!!

  2. Si! Vent’anni ho vissuto li vicino ma nessuno si è preoccupato di dire che c era posto più vicino invece andare posti sempre pieni

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome