Home ATTUALITÀ Caffeina e Pazza Gioia, la ricetta della stagione a Viterbo

Caffeina e Pazza Gioia, la ricetta della stagione a Viterbo

teatro Caffeina

Una gita fuori porta la si fa non solo per conoscere nuovi spazi, nuovi ambienti, nuove proposte culinarie ma anche per non perdere eventi culturali interessanti ad un’ora o poco più di auto da Roma Nord.

Ecco perché oggi vi proponiamo una (una si fa per dire, perché le proposte sono tante) gita fuori porta a Viterbo dove dal 23 novembre prenderà il via “La Pazza Gioia“, la nuova stagione 2019-2020 del Teatro Caffeina.

Una nuova stagione con una proposta fatta di grandi nomi che conferma il palco viterbese come snodo naturale dei massimi circuiti teatrali: la stagione 2019/2020 di Teatro Caffeina porterà sul palco dei giganti della comicità, dell’emozione e della cultura.

Una prima nazionale con Walter Pagliaro impreziosirà un cartellone composto da nomi d’impatto come Marco Paolini, Riccardo Rossi, Elisabetta Pozzi, Marisa Laurito, Nicoletta Braschi, Francesco Montanari e Andrea Delogu, che calcheranno le scene su testi di Luigi Pirandello, Samuel Beckett, Henrik Ibsen, Gardner McKay.

“Arrivano a Viterbo autori e interpreti che a Roma e in altre città d’Italia riempiono le sale, nomi da tutto esaurito con settimane d’anticipo: penso a Marco Paolini, il più grande di tutti, a Riccardo Rossi che non vediamo l’ora di riabbracciare, ai tanti altri grandi amici che compongono il cartellone di quest’anno” spiega Annalisa Canfora, direttrice artistica di Teatro Caffeina.

Il nostro progetto”, continua l’attrice in forza al Teatro Brancaccio di Roma, “è prima di tutto una visione, la visione pazza (in tempi di crisi dei teatri) di un luogo di spettacoli vivi, gioiosi, capaci di creare nuove comunità di visione e azione teatrale. Grandi autori (Pirandello, Beckett, Ibsen), riscritture, tanta ironia e grottesco, drammaturgia contemporanea, il teatro di narrazione, la grande regia e alcuni tra i più importanti protagonisti della scena italiana. Questa è l’offerta che torniamo a proporre al nostro pubblico, una comunità di appassionati che supera le mura della nostra città, con significative presenze ormai consolidate da Roma, dal territorio laziale, dall’Umbria e dalla Toscana”.

“Credo che Teatro Caffeina sia il mio successo preferito, fra i tanti che Fondazione Caffeina Cultura ha saputo costruire in questi anni”, dichiara Carlo Rovelli, imprenditore, per anni alla guida della CR Technology Systems fra Roma e Treviglio e oggi presidente di Fondazione Caffeina Cultura. “E’ questo che immaginavo anni fa quando ho scelto di sostenere la rinascita dello stabile di via Cavour, per me un luogo del cuore: oggi sono felice che Teatro Caffeina sia di nuovo un luogo di gioia, di passione e di cultura”.

Scegliere uno spettacolo a Teatro Caffeina significa innanzitutto, infatti, scoprire la splendida realtà del Teatro Libreria Bistrot Caffeina, una struttura unica nel suo genere in Italia: un palazzo di tre piani modellato sul più autentico gusto nordeuropeo, con un Bistrot attivo tutti i giorni, una biblioteca che è sala lettura e consumazione in una autentica atmosfera bohemienne, una libreria di prossima riapertura e un teatro da 300 posti.

Per il dettaglio del programma cliccare qui. I biglietti possono esser acquistati fisicamente al botteghino del teatro o via web cliccando qui.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome