Home CASSIA ‘Nuela’ Emanuele Crisanti dalla Cassia a X Factor

‘Nuela’ Emanuele Crisanti dalla Cassia a X Factor

Nuela-emanuele-crisanti

Lui è Emanuele Crisanti in arte Nuela, è nato a Roma il 19 aprile 2003 e vive sulla Cassia insieme ai suoi genitori e ai fratelli Giovanni e Luca. Studente al quarto anno di liceo classico e grande appassionato di musical, Emanuele inizia a scrivere canzoni all’età di 14 anni e nel cassetto ne ha già affastellate più o meno venti. 

Il primo pezzo che ha composto è stato proprio “Carote”, il brano dal sapore ironico, leggero e surreale che ha conquistato i giudici e il pubblico di X Factor e gli ha consentito di superare la seconda fase delle audizioni e di volare verso la sezione successiva, quella del Bootcamp.

Con uno sguardo al rimario e in testa la voglia di divertire e divertirsi, Nuela offre la sua “devozione solo alle carote”, mica ai frigoriferi, e snocciola parole ed espressioni non comuni come “omozigote” e “cellule eucariote”, regalando un tormentone lieve e spassoso che ha già collezionato oltre un milione e duecentomila visualizzazioni su youtube e gli è valso la prima pagina sulla versione online dei maggiori quotidiani nazionali.

Lo abbiamo contattato telefonicamente e gli abbiamo fatto qualche domanda.

Emanuele, da dove viene Nuela?

Nuela è semplicemente un soprannome che mi è stato dato da amici e parenti quando ero piccolo. Poi sono cresciuto e ho deciso di farlo diventare il mio nome d’arte.

Qual è il proposito delle tue canzoni?

Voglio far divertire e ballare, non mi piacciono tanto i pezzi lenti. Per me la musica è svago, anche se per le composizioni future vorrei anche lasciare dei messaggi.

Quali sono i tuoi gusti musicali?

Mi piace molto il pop internazionale: Ariana Grande, Katy Perry e Lizzo, cui mi ispiro molto. Per quanto riguarda il panorama italiano apprezzo moltissimo Myss Keta e qualche artista emergente.

Raccontaci la tua esperienza a X Factor…

le audizioni sono state magnifiche! Nel backstage avevo tantissima ansia ma il pubblico è stato fantastico…e i quattro “sì” ancora di più!!! Mai avrei pensato di piacere così tanto.

Quali sono i tuoi sogni?

Di sicuro uno si è già avverato… Mi piacerebbe continuare lungo questa strada, ma amo anche scrivere e recitare, quindi in futuro vorrei fare qualcosa legato a queste passioni.

Giovanni Berti

https://www.youtube.com/watch?v=CglKSN96EeA

VignaClaraBlog.it

1 commento

  1. Storie di ordinaria tecnologia: stamattina stavo dettando la lista della spesa ad Alexa prima di andare al supermercato e mia moglie, dall’altra stanza mi chiede di prendere le patate e le carote. Dò il primo comando “Alexa aggiungi patate” e pronta arriva la risposta “Patate aggiunte alla lista della spesa” e subito dopo il secondo “Alexa aggiungi carote”; anche ora pronta arriva la risposta, ma non è quella che mi aspetto e, non avendo capito bene cosa aveva detto l’apparecchio ripeto il comando prestando maggiore attenzione a quanto viene detto dalla voce sintetica scoprendo che Alexa a sua volta mi risponde con una domanda: “A quale playlist?”. Dopo qualche istante di perplessità intuisco che per Alexa la parola carote non corrisponde più all’ortaggio arancione che fa tanto bene alla vista, bensì alla canzone con cui Nuela si è presentato a X-Factor…

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome