Home LABARO Trasbordo rifiuti a Labaro, il quartiere si mobilita

Trasbordo rifiuti a Labaro, il quartiere si mobilita

trasbordo-rifiuti

Martedì 23 luglio manifestazione pubblica a Labaro contro il progetto annunciato da AMA che vorrebbe realizzare un centro trasbordo rifiuti per circa 100 tonnellate al giorno in un’area pubblica in via Gemona del Friuli, alle spalle di Largo Nimis.

Una scelta sbagliata, dicono a Labaro, che produrrà un forte impatto sotto il profilo igienico sanitario in quanto l’area si trova nei pressi di abitazioni, scuole e un poliambulatorio.

“Questa amministrazione – sostengono gli organizzatori – si ricorda di Labaro solo per scaricare problemi: non bastano i rifiuti che invadono le nostre strade, ora dovremmo anche ospitare quelli raccolti in altre zone”.

La manifestazione prenderà il via alle 18 con un corteo che da via Monti della Valchetta, incrocio via Comparini, giungerà all’area giochi davanti alla fontana monumentale dove alle 19 si terrà un’assemblea pubblica.

4 COMMENTI

  1. una scelta, quella annunciata da AMA, fuori da qualsiasi logica; quell’area oltre ad essere utilizzata dal mercato di zona, si trova alle spalle di un’ampia zona verde utilizzata dall’intero quartiere e sede peraltro di manifestazioni estive ( quali la festa dell’Unità di fine agosto) che al di là di qualsiasi idea politica si abbia è diventata negli anni un bellissimo appuntamento per le persone del quartiere e non solo.
    SEnza contare che l’area che AMA vorrebbe utilizzare è vicinissima a palazzi e negozi…..
    io mi domando quale mente illuminata possa aver prospettato una soluzione del genere…
    mentre, tanto per ricordare, il cantiere scandalo – che ha ridotto il parco là vicino – continua a rimanere come simulacro della malagestione

  2. Più che “vorrebbero realizzare” che “stanno realizzando”. Piccoli trasbordi di rifiuti già in corso da giorni a Saxa Rubra e i lavori intanto procedono per far diventare l’area operativa al 100% con l’adeguamento della zona alla rampa necessaria per i trasbordo “serio”. Anche perché, come spiegato da settimane dalla stessa Ama, senza la rampa il trasbordo potrebbe coinvolgere solo i camion che fanno la raccolta dei sacchetti in strada, peggiorando di fatto la situazione dei rifiuti in città.
    L’area è proprio quella del parcheggio tra le fermate dei bus Cotral e la strada.

  3. che vergogna
    una curiosità:ma gli esercenti del mercato? credo avessero una regolare licenza per il mercato.

    complimenti all’AMA coadiuvata da questa amministrazione per l’ottima azione di degradazione urbana; il delitto perfetto è compiuto.

    ma esiste un’ordinanza? un qualche atto?

  4. Misteri…
    Praticamente è a Colli d’oro, non a Galline Bianche. Complimenti per la chiara e approfondita conoscenza del territorio.
    Un’area in mezzo a un parco pubblico, con vicino un altro parco gioco attrezzato per i bambini. Oltre ad avere attaccate case (l’affaccio rifiuti sarà un mano santa per il valore degli immobili…), vicinissime scuole, il poliambulatorio dell’asl, negozi. Su quell’area c’è il mercato settimanale: lo spostano, tolgono, convivenza?
    Come, infine, mettere a rischio traffico l’unica strada alternativa per “saltare” l’ingorgo quotidiano della Flaminia per gli abitanti di Labaro, Prima Porta, Valle Muricana e dei paesi fuori città che la conoscono.
    L’area è un parcheggio come lo è quella di Saxa Rubra. E’ vero, di fatto, liberi entrambi. Ma l’idea che a Roma si tolgono posti auto per “far posto” ai rifiuti è comica.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome