Home AMBIENTE Farnesina, il Friday for Future del Parco Volpi

Farnesina, il Friday for Future del Parco Volpi

Alunni-Malvano-Parco-Volpi

Nel giorno in cui centinaia di migliaia di studenti in diverse parti del mondo hanno preso parte al “Friday for Future”, manifestazione organizzata per chiedere ai governi politiche e azioni più incisive per contrastare il cambiamento climatico, nel loro piccolo anche gli alunni della scuola Malvano di Ponte Milvio hanno dato il loro contributo all’ambiente e in particolare al Parco Volpi di via della Farnesina.

Parco Volpi è un’area verde di 16mila metri quadri con oltre settanta splendidi pini che si estende fra il quartiere della Farnesina e il Ministero degli Esteri. Un polmone d’ossigeno dove generazione dopo generazione hanno giocato e sono cresciuti i bambini della zona.

Poi, dalla fine degli anni ’90 è stato abbandonato a sé stesso e dimenticato dalle amministrazioni municipali e capitoline via via succedutesi nel tempo fino ad oggi.
Prova ne è l’area giochi dove la vecchia pista di pattinaggio giace con pavimentazione a pezzi, con le ringhiere divelte e per diversi metri abbattute, con cumuli di rami spezzati e sporcizia, con la fontanella che non getta più acqua  e con l’illuminazione chiesta tante volte ma mai attivata.

Pochi giorni fa, una bambina di 9 anni, Livia, ha deciso di prendersene cura piantando fiori lungo il vialetto. Un gesto di candore e di amore per l’ambiente che 48 ore dopo ha contagiato altri due coetanei, Luca e Marco, inducendoli a fare altrettanto.

Il Friday for Future del Parco Volpi

La voce si è sparsa, il gesto dei tre bambini non è passato inosservato è così, nel pomeriggio di venerdì 15 marzo, si è celebrato il “venerdì del futuro” del Parco Volpi grazie ad una delegazione di alunni della vicina scuola primaria  Malvano , una scuola in continuo fermento creativo.

Intensa la partecipazione. Oltre una cinquantina di bambini dai 6 ai 10 anni si è riversata sul prato del parco con zappe, palette, innaffiatoi e decine di piante colorate che sono state distribuite lungo il vialetto principale.

Livia, la bimba che ha dato origine a questo mini-movimento ambientalista, si aggirava emozionata mentre riceveva i complimenti dai genitori dei suoi coetanei  intenti a fare giardinaggio.

A lavori ultimati, il prato era fiorito come mai lo era stato; la festa si chiusa con un coro e con l’appuntamento a domattina alle 11, quando l’evento sarà replicato.

Gaia Azzali

 

1 commento

  1. Una bella storia, che si aggiunge alle storie di bambini che in questi giorni stanno insegnando agli adulti come vivere, ma anche una bella storia di una instancabile redazione (questa di Vignaclarablog) che raccoglie, verifica, divulga e coinvolge la comunità. Non scioperi, non proteste ma manifestazioni che ad averne anche solo una al mese renderebbe questa città quello che fu.
    Ah, il Parco Volpi sta rivivendo, sta rinascendo…o semplicemente si sta riscattando.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome