Home TOR DI QUINTO Tor di Quinto, centauri a rischio caduta causa serpente

Tor di Quinto, centauri a rischio caduta causa serpente

centauri

C’è da ringraziare Acea per il regalo fatto agli automobilisti ma soprattutto ai  centauri che ogni giorno percorrono viale Tor di Quinto all’altezza di Ponte Milvio.

Qui, da metà luglio fino a tutto settembre del 2017, la ditta Areti SpA per conto di Acea Distribuzione ha scavato una lunga trincea al centro della carreggiata per sostituire un cavo di alta tensione.

Finiti i lavori la trincea è stata richiusa e al suo posto oggi c’è un lungo serpente mal asfaltato, già con segni di cedimento e pericoloso per chi viaggia su moto e scooter perché non livellato con il resto del manto stradale. Le ruote sbandano e si rischia la caduta.

Quando i lavori di rifacimento delle strade sono fatti male, dopo poco tempo si creano le buche, l’asfalto si deteriora velocemente. E, se sono fatti male, vanno rifatti dalle aziende che non hanno rispettato il contratto”. Così ha detto in questi giorni la sindaca Virginia Raggi spiegando che si tratta di “una regola semplice” che l’amministrazione sta “cercando di far rispettare“.

A dirla tutta, questa “regola semplice” non è una novità, non c’è sindaco che non l’abbia fatta propria – ad esempio Alemanno con un’ordinanza di febbraio 2010 che prevedeva multe e revoca della licenza alle ditte che dopo uno scavo non avessero ripristinato il manto stradale a regola d’arte – ma la bravura sta nel farla applicare.

Ora, posto che i precedenti sindaci non ci hanno provato oppure ci hanno provato senza riuscirci, diamo atto alla sindaca Raggi di volersi cimentare anche lei armata di tutte le migliori intenzioni. Bene, potrebbe cominciare proprio da viale Tor di Quinto ordinando all’Acea Distribuzione di rifare per intero il manto stradale. I centauri romani gliene saranno grati.

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome