Home VIGNA CLARA Stazione Vigna Clara, “Un Anello per Roma” scende di nuovo in piazza

Stazione Vigna Clara, “Un Anello per Roma” scende di nuovo in piazza

stazione Vigna Clara
interni stazione Vigna Clara

A meno di una dozzina di giorni dall’udienza del prossimo 6 dicembre nella quale la sezione terza del TAR deciderà le sorti della stazione Vigna Clara e della messa in esercizio della tratta Vigna Clara-Valle Aurelia, il Comitato “Un anello per Roma” invita a partecipare ad un sit-in che si terrà sabato 25 novembre alle 11 in piazza Diodati, alle spalle della stazione.

L’obiettivo dichiarato è “far sentire la voce della popolazione prigioniera del quartiere per i capricci di alcune persone” riferendosi ovviamente a chi ha fatto ricorso al Tribunale Amministrativo con l’intento di bloccare l’attivazione di questa linea ferroviaria che, al contrario, rappresenterebbe una novità di grande portata in una capitale soffocata dal traffico e affamata di trasporto su ferro.

Alla manifestazione hanno aderito altri comitati ma  “Un Anello per Roma” conta soprattutto “sulla partecipazione dei residenti e dei tanti pendolari interessati” alla conclusione di questa annosa vicenda fermo restando che, in caso di delibera positiva, bisognerà comunque attendere la pubblicazione della sentenza, il che può comportare alcuni mesi di ulteriore attesa.

Ma comunque le premesse ci sono tutte per risolvere questo scandalo di proporzioni nazionali” sostiene Stefano Testi, presidente del Comitato, riferendosi alle ultime notizie circolate in merito al fatto che il collegio degli esperti nominati dal TAR avrebbe depositato un relazione che parrebbe sgomberare il campo da ogni ostacolo dando il via alla messa in esercizio della tratta.

L’ultima parola spetta ovviamente ai giudici amministrativi e il countdown al 6 dicembre è già cominciato; in attesa del fatidico giorno “Un anello per Roma” dà appuntamento a tutti gli interessati sabato 25 novembre alle 11.

Visita la nostra pagina di Facebook

Piazza Luigi Diodati, Roma, RM, Italia

5 COMMENTI

    • L’udienza era preliminare, con la quale si è sgombrato il campo da ulteriori cavilli da parte dei ricorrenti e quindi i giudici si sono dichiarati atti a deliberare, quindi giudicheranno a breve per pubblicare una sentenza definitiva che probabilmente sarà favorevole, si spera entro l’anno. Dopo la pubblicazione della sentenza saranno poi RFI, Trenitalia e Regione Lazio che dovranno far ripartire la linea, come d’altronde stavano facendo a febbraio di quest’anno.
      Ci tengo a precisare che per l’esercizio di Vigna Clara la Regione Lazio ha già comprato i treni che sono pronti (ETR 425 detti Jazz), ed ha già i finanziamenti pronti ad essere erogati.
      Tengo anche a precisare che per l’esercizio della linea nuova Vigna Clara – Ostiense (forse anche Tiburtina) il finanziamento è solo ed esclusivamente da parte della Regione Lazio, in quanto nè il Comune nè lo Stato hanno titolo in materia.
      Sperando di essere stato chiaro sono a disposizione per ulteriori informazioni.
      Stefano Testi
      Presidente del Comitato “Un Anello per Roma”

      • Presidente grazie per le informazioni-che ho avuto modo di leggere. Volevo chiederLe se sapesse come sta messo il restante tratto dell’ anello (cioè da Vigna Clara a tor di Quinto per poi passare sul futuro ponte sul Tevere e giungere a Nomentana); nel senso sa se ci sono fondi stanziati o comunque volonta’ politica? Il ministro Delrio ha detto qualcosa?

  1. Io spero che le ferrovie dello stato realizzino al più presto anche il secondo binario. In questo modo riusciremmo ad avere frequenze simili a quelle di una vera e propria linea metropolitana. Da quello che ho capito si ratta di un investimento che riguarderebbe una tratta molto breve (da Pineto a Vigna Clara). Mi auguro che Regione e Comune si attivino per velocizzarne al massimo la realizzazione. Questa città ha un bisogno disperato di infrastrutture efficienti di trasporto pubblico.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome