Home TEMPO LIBERO Andrea Manzoni all’Auditorium, tappa italiana prima del tour in Russia

Andrea Manzoni all’Auditorium, tappa italiana prima del tour in Russia

Un nuovo importante capitolo nella storia artistica di un musicista italiano da tenere d'occhio, nell'unico concerto italiano prima di un lungo tour in Russia.

andrea manzoni
andrea-manzoni

La musica del pianista e compositore Andrea Manzoni non si lascia imprigionare da alcuna definizione. È uno di quegli artisti nati per superare ogni confine, e naturalmente sin da subito ha saputo costruirsi un pubblico anche fuori dall’Italia, esibendosi in luoghi prestigiosi come la Carnegie Hall di New York o l’Arts Center di Hong Kong.

Il 22 novembre il suo tour fa tappa a Roma, al Teatro Studio “Gianni Borgna” dell’Auditorium Parco della Musica per un importante concerto di presentazione del nuovo album “He knows everything” (in uscita il 24 novembre e prodotto dall’etichetta francese Another Music) per il quale sono già disponibili i biglietti in prevendita.

Una data speciale, prima della partenza per un tour in Russia di ben quindici date, per ascoltare in anteprima un disco che può rappresentare la scoperta di un grande talento.

Nell’album “He Knows Everything“, così come nel live, emerge il batterista Andrea Beccaro, un vero esploratore del ritmo, creatore di sample e coraggiose poliritmie. Andrea e Andrea, senza altri musicisti, in un dialogo intenso e serrato.

Nelle tracce del nuovo album il piano si confronta con la batteria e si rivela in grado di spaziare dal minimalismo a passaggi più vigorosi, sempre senza perdere di vista l’importanza della melodia.

Per Andrea Manzoni il jazz è il punto di partenza, ma ha voluto sempre lasciarsi aperta ogni possibilità, instancabilmente curioso e desideroso di mettersi alla prova.
Le poche cover che ha scelto di incidere accanto alle sue composizioni sono molto indicative di un modo di fare musica strettamente personale e privo di qualsiasi pregiudizio.

La sua versione di ‘Round Midnight’ di Thelonious Monk ha spinto il prestigioso critico jazz Lewis Porter a scrivere: “Non credevo che si potesse fare qualcosa di innovativo con questo brano, ma Andrea Manzoni ha trovato un nuovo approccio!”.

Save the date

Mercoledì 22 novembre ore 21
Teatro Studio Auditorium Parco della Musica

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome