Home ATTUALITÀ Venerdì sciopero generale, stop trasporti e raccolta rifiuti

Venerdì sciopero generale, stop trasporti e raccolta rifiuti

sciopero-nazionale

Venerdì 27 ottobre in arrivo il solito venerdì nero per la Capitale. Indetto dal sindacato Cub, a cui si sono associati anche Cobas, Sgb, Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uilt-Uil, nell’arco dell’intera giornata si terrà infatti lo sciopero generale nazionale delle categorie pubbliche e private che a Roma coinvolgerà uffici pubblici, trasporti e raccolta rifiuti.

L’agitazione, come si legge sulla pagina del Cub, è “contro il liberismo, privatizzazioni, liberalizzazioni e per cambiare il sistema che genera disuguaglianze salariali, sociali, economiche, di genere e verso i migranti“.

Trasporti

L’agitazione interesserà sia la rete Atac (bus, tram, metropolitane, ferrovie urbane Roma-Lido, Termini-Centocelle e Roma-Civitacastellana-Viterbo) sia le oltre cento linee di bus periferici gestiti dal consorzio Roma Tpl.

Inizialmente prevista di 24 ore, la durata dell’agitazione è stata ridotta a 4 ore a seguito dell’ ordinanza emessa dal ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Possibili stop e ritardi dunque nella fascia oraria che va dalle 9 alle 13. 

Raccolta Rifiuti

Anche i lavoratori AMA incroceranno le braccia. E’ la stessa azienda a farlo sapere in un comunicato nel quale si legge che “L’organizzazione sindacale Flaica-Uniti-Cub ha aderito allo sciopero generale nazionale di tutte le categorie pubbliche e private, a sostegno di una serie di rivendicazioni di carattere generale”.

Secondo l’AMA questa adesione non impatterà molto sul servizio. “In base a precedenti casi del genere – spiega la nota – si prevede un’incidenza limitata sull’erogazione complessiva dei servizi aziendali” anche perchè, sostiene l’azienda, “sono state attivate le procedure tese ad assicurare durante lo sciopero servizi minimi essenziali e prestazioni indispensabili: pronto intervento a ciclo continuo; raccolta pile, farmaci e siringhe abbandonate; pulizia mercati; raccolta rifiuti prodotti da case di cura, ospedali, caserme, ecc”.

Uffici pubblici

Il Comune di Roma non esclude che nella giornata di venerdì possano verificarsi disservizi negli uffici capitolini sia centrali che municipali.

Stop dei treni

Il settore ferroviario sarà tra i più colpiti. Lo sciopero dei treni inizierà alle ore 21 di giovedì 26 ottobre e si protrarrà per le successive 24 ore. I lavoratori di Trenitalia, Trenord e Italo hanno comunicato la possibilità di aderire allo sciopero causando così disagi. In particolare, dovrebbero risentire dello stop le tratte regionali per le quali non è esclusa la soppressione di diversi treni. Lo sciopero del Gruppo Ferrovie dello Stato, non riguarderà però le Frecce. Lo ha comunicato Fs in una nota.

Disagi per chi vola

L’ENAV comunica che, nell’ambito del trasporto aereo, le organizzazioni sindacali FILT-CGIL, FIT-CISL, UILT, UGL-TA e UNICA hanno indetto lo sciopero nazionale dalle 13 alle 17.
Nella stessa fascia oraria è previsto anche uno sciopero locale a Fiumicino.

 

Visita la nostra pagina di Facebook

1 commento

  1. ormai tutti i venerdì si sciopera così l’obbiettivo di pochi diventa quello di molti ingolositi dal non lavorare dal giovedì sera…..
    Avete mai visto uno sciopero infrasettimanale ??? io mai

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome