Home ATTUALITÀ Pillole di condominio, se la polizza di fabbricato è disdetta dall’amministratore

    Pillole di condominio, se la polizza di fabbricato è disdetta dall’amministratore

    recesso-polizza

    Si può considerare corretto l’operato dell’Amministratore di condominio che ha disdetto la polizza dell’Assicurazione Fabbricato “globale rischi“ senza avvisare e senza l’autorizzazione dell’Assemblea? Potrebbe costituire motivo per chiederne la revoca con un ricorso al Tribunale? E il giudice potrebbe accogliere tale richiesta?

    Abbiamo girato il quesito di un lettore al nostro esperto, architetto Paolo Cortesi, che per VignaClaraBlog.it cura la rubrica “Casa e condominio“.

     Polizza Globale Fabbricati: cosa assicura?

    L’assicurazione globale fabbricato è stipulata con l’obiettivo di tutelare il condominio dalle responsabilità civili e di coprire i danni  causati dall’edificio e sull’edificio e dai suoi impianti.

    Di solito la polizza copre i danni che le parti comuni e gli impianti potrebbero causare a terzi ed agli stessi condomini (per esempio i danni causati da una rottura della colonna dell’impianto di riscaldamento condominiale) e i danni causati dalle proprietà esclusive dei condomini, quali le rotture delle tubazioni di un’abitazione privata.

    La maggioranza richiesta per deliberare la polizza

    La stipula e la disdetta della polizza fabbricato deve essere approvata in Assemblea con la maggioranza prevista dall’art. 1136,comma secondo, del codice civile ovvero con la metà della maggioranza degli intervenuti che devono rappresentare almeno metà del valore dell’edificio calcolato in millesimi.

    Perchè occorre l’assemblea

    Riguardo le competenze dell’Amministratore è utile ricordare che la Cassazione con sentenza 8233/2007 ha stabilito che “l’art. 1130 c.c. nell’attribuire all’amministratore l’esecuzione degli atti conservativi inerenti alle parti comuni dell’edificio, ha inteso riferirsi ai soli atti materiali (riparazione di tetti, lastrici,impianti) e giudiziali (azioni contro comportamenti illeciti posti in essere da terzi ) necessari per la salvaguardia dell’integrità dell’immobile. Tra questi atti non può farsi rientrare il contratto di assicurazione, perché questo non ha gli scopi conservativi ai quali si riferisce la norma dell’articolo 1130 ma ha come suo unico e diverso fine quello di evitare pregiudizi economici ai proprietari dell’edificio danneggiato“.

    La maggioranza richiesta per la disdetta

    Se ne desume che una volta sottoscritta, per disdire la polizza globale del fabbricato occorre una preventiva e valida deliberazione assembleare che voti con lo stesso quorum richiesto per la stipula.

    E se la polizza viene disdetta dall’amministratore?

    Gli eventuali danni dovranno essere risarciti personalmente dai Condomini i quali a loro volta, qualora ve ne fossero i presupposti, potranno intentare un’azione di rivalsa nei confronti dell’amministratore che ha disdetto arbitrariamente la polizza assicurativa.

    Ciò può essere motivo di revoca del mandato all’amministratore?

    Il rapporto tra l’amministratore di condominio e i proprietari è il cuore del contratto di mandato. Ne consegue che l’amministratore agisce su incarico dei proprietari, ne attua le direttive espresse tramite le delibere dell’assemblea e deve comportarsi secondo regole ben precise.

    Il comma 11 dell’art 1129 c.c. prevede che “la revoca dell’amministratore può essere deliberata in ogni tempo dall’Assemblea“.
    Nel quesito postomi dal lettore non viene detto il motivo per cui l’amministratore ha disdetto la polizza e l’entità dell’eventuale danno causato al Condominio.

    Certamente è possibile chiedere la revoca giudiziale al Tribunale ma l’esito positivo dipende da una serie di fattori che solo il giudice sarà in grado di valutare e di solito si riesce ad ottenere la revoca quando si è in grado di dimostrare che l’illecito comportamento dell’amministratore ha provocato gravi danni economici al Condominio.

    ***

    La rubrica Casa e Condominio, di cui questo articolo fa parte, è curata dall’Architetto Paolo Cortesi. Per ulteriori approfondimenti su questo ed altri temi: www.alfagestroma.it
    Alfagest Roma, gestione immobili e amministrazione condomini telefono 0639366577 – 3356113377

    Visita la nostra pagina di Facebook

    LASCIA UN COMMENTO

    inserisci il tuo commento
    inserisci il tuo nome