Home TEMPO LIBERO Flavia Perina con “Le Lupe” a Ponte Milvio

Flavia Perina con “Le Lupe” a Ponte Milvio

flavia-perina

Venerdì 18 novembre, alle 19, sarà un vero venerdì d’autore a Libri&Bar Pallotta di Ponte Milvio.

Una grande giornalista con un passato giovanile in politica a destra, prima donna direttrice di un quotidiano nazionale (Il Secolo d’Italia), ex parlamentare e da sempre impegnata in cause giornalistiche e politiche controcorrente per la sua area di riferimento quali l’integrazione, la promozione delle donne, la lotta alle diseguaglianze e l’equità verso i più deboli, presenterà il suo primo romanzo.

Si tratta di Flavia Perina e il suo libro, edito da Baldini&Castoldi, ha come titolo “Le Lupe“.

Con lei, a parlarne, ci sarà Malcom Pagani, giornalista, che dopo aver lavorato a Sky Sport, ha scritto per “l’Unità”, “Il Manifesto” e “l’Espresso”. Oggi è giornalista de “Il Fatto Quotidiano”.

Flavia Perina

Flavia ha tre figli e vive da sempre a Roma Nord, in zona via Cortina D’Ampezzo. Acuta opinionista, le sue pillole quotidiane sulla sua pagina facebook riscuotono centinaia di like e suscitano altrettanti commenti.

Dopo decenni di giornalismo, a 58 anni si è cimentata per la prima volta con la narrativa scrivendo un libro nel quale, come ha sintetizzato Pierluigi Battista in una sua recensione, “Il passato militante degli anni ’70 ritorna feroce nel lutto di una madre alla quale viene ucciso un figlio dalla polizia: un evento che riaccende passione politica e rabbia giovanile“.

Le Lupe e Roma Nord

Nella prima intervista sul libro rilasciata proprio a VignaClaraBlog.it (“al mio quartiere ci tengo” ebbe a dirci), Flavia Perina ha tenuto a precisare che “nel libro non c’è alcun tipo di messaggio ma solo la descrizione romanzata dell’escalation a cui può portare un atto di ingiustizia che riapre antiche ferite, soprattutto nelle donne che hanno per l’ingiustizia una sensibilità speciale, accanita. Non è un caso che, dalle madri di Plaza De Majo a Ilaria Cucchi, siano sempre le donne a esporsi nel lutto, nella protesta, nella richiesta di riparazione“.

E nel sottolineare che oltre a Flaminia, la protagonista, un ruolo importante nel libro, un ruolo da coprotagonista, lo ha anche Roma Nord, ha poi aggiunto: “Ho parlato delle cose che conosco bene, quelle che vedo ogni giorno passando in scooter o in macchina, le piazze e i viali dove sono cresciuta e di cui mi colpisce, oggi, la decadenza: Roma Nord è stata per tantissimo tempo un’isola felice, un posto vitale e pieno di energie, molti ancora la raccontano così. Ma ora è diventata un’altra cosa. Si è incattivita. La crisi, forse. Il senso di depressione che si porta addosso, la paura del futuro che comincia a mordere anche i più benestanti…

La trama

Flaminia è una cinquantenne vedova con due figli, uno dei quali viene ucciso quasi casualmente, per un gesto di stizza, da un poliziotto a margine di una giornata di scontri all’Olimpico.

Da lì si dipana la trama, con la graduale riscoperta dell’insospettabile passato di Flaminia – che prima di abbandonare la sua vita di ragazza per il matrimonio e la maternità aveva vissuto sul filo di esperienze border-line – e la ricerca di antiche amicizie per un folle progetto di vendetta.

Un desiderio di vendetta che prende forma con rapidità, diventa folle ossessione e poi progetto condiviso con l’amica del cuore di tempi molto bui.Un giro di vecchie amicizie che si mette in moto all’improvviso, in odio all’ingiustizia. Con un finale inaspettato.

Save the date

Un appuntamento da non mancare nel salotto letterario di Ponte Milvio. Venerdì 19 novembre, ore 19, da Libri&Bar Pallotta.

Visita la nostra pagina di Facebook

1 commento

  1. Grazie per questa informazione, andrò sicuramente a questo incontro perchè anche se politicamente non la penso come la signora Perina comunque la stimo molto come una delle migliori giornaliste italiane. Scrive sempre delle cose sensate e mi piace il suo modo di essere sempre un po’ contro corrente. Ora sono proprio curioso di leggere questo libro. Quindi grazie alla libreria Pallotta per organizzare delle cose così interessanti e grazie a questo giornale che ci tiene sempre informati.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome