Home ATTUALITÀ Terremoto tra Lazio, Umbria e Marche: trema l’Italia Centrale

Terremoto tra Lazio, Umbria e Marche: trema l’Italia Centrale

terremoto
foto di repertorio

Forti scosse di terremoto nella notte nel centro Italia, la prima si è registrata alle 3.36 e ha svegliato gli abitanti di almeno tre regioni, Lazio, Umbria, Marche: il sisma ha avuto una magnitudo di 6.0 con epicentro ad Accumoli, in provincia di Rieti, al confine con l’Umbria.

Si tratta di un sisma severo, la cui intensità è paragonabile a quello dell’Aquila del 2009” così ha dichiarato il capo della Protezione Civile, Fabrizio Curcio.

Dopo la prima e più violenta scossa ci sono stati altri eventi sismici nell’area, una di magnitudo 3.9 vicino Perugia, e altre due di magnitudo 3.9 e 3.8 sempre nei pressi di Rieti. È stata di magnitudo 5.4 la seconda forte scossa di terremoto registrata alle 4:33, con epicentro tra Norcia (Perugia) e Castelsantangelo sul Nera (Macerata) ed ipocentro a 8,7 chilometri di profondità

Un’altra ancora di magnitudo 4.3 è stata registrata nel perugino pochi minuti fa, alle 6.06.

Il maggior numero di danni al momento si registra nell’amatriciano, nella parte settentrionale della provincia di Rieti.

Le lacrime del sindaco di Amatrice Segrio Pirozzi, lasciano senza parole: “Mezzo paese non c’è più, ci sono case crollate e gente sotto. Qui è una tragedia, abbiamo crolli e morti. Al momento uno accertato, ma altre quattro persone sono sotto le macerie e non rispondono ai soccorritori. È un disastro, siamo senza luce, senza telefoni!”
Mentre stanno arrivando i primi soccorsi alle 5.45 il Sindaco ha lanciato l’appello affinchè più Vigili del Fuoco e personale specializzato intervengano nelle operazioni di soccorso, si sentono voci arrivare da sotto le macerie, la tempestività potrebbe salvare molte vite.

Il dipartimento nazionale della Protezione civile è in contatto con tutti i territori colpiti. Allertata anche la Protezione Civile del Lazio e della Capitale dalla quale numerosi elicotteri dell’Esercito e della Protezione Civile sono in partenza alla volta del reatino.

Ad Amatrice, oltre ai mezzi della Protezione civile, il 118 ha attivato già nel corso della notte 3 elicotteri dedicati e sei mezzi di soccorso su gomma.

Quasi tutte le scosse sono state avvertite in tutto il centro Italia in maniera netta, anche Roma ha tremato. Alle 4.33 una scossa molto più forte quasi quanto la prima, ma di soli 6 secondi ha fatto gelare il sangue nelle vene in molti si sono riversati nelle strade.

Sono attivi i numeri verdi: del contact center della Protezione civile nazionale, 800840840, e della sala operativa della protezione civile Lazio, 803 555. Facebook ha attivato la funzione per comunicare ai propri amici le proprie condizioni: #terremoto.

 

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome