Home ATTUALITÀ Rapina all’Olgiata, picchiate e sequestrate due donne

Rapina all’Olgiata, picchiate e sequestrate due donne

olgiata sud

Hanno scavalcato il muretto di recinzione, si sono coperti il viso col passamontagna e hanno fatto irruzione nel giardino di una villetta nella quale in quel momento si trovavano solo una donna, la nuora e il suo piccolo bambino. Dopo aver picchiato le due, hanno trascinato la più giovane dentro casa per farsi dare gioielli e contanti.

Il fatto è accaduto nella sera di mercoledì 27 luglio nel comprensorio dell’Olgiata, che pure è presidiato h24 da vigilanza armata ma “i malintenzionati spesso entrano attraverso la rete esterna, soprattutto dalla zona attorno all’isola 19” dice un residente su facebook.

Mentre era in atto la rapina torna a casa il marito della donna più giovane che, non ricevendo risposta alle scampanellate, scavalca il muretto pure lui e si trova di fronte i due rapinatori che si sono dati subito alla fuga. Avvisata la Polizia, sul posto sono subito giunti glia genti del Commissariato Flaminio Nuovo, diretto dalla d.ssa Pamela De Giorgi, che hanno avviato le indagini. Pare, stando alle testimonianze, che i banditi parlassero con accento slavo. Nel frattempo le due donne venivano portate e medicate al pronto soccorso del Policlinico Gemelli.

Visita la nostra pagina di Facebook

1 commento

  1. la rapina è avvenuta all’isola 100 che si trova sulla strada perimetrale appena a destra dell’ingresso sud dell’olgiata.
    Sul lato destro di via Conti, andando verso la guardiania, c’è uno pseudo parco abbandonato dal XV municipio pieno di erbacce dove si possono annidare malavitosi che indisturbati possono facilmente scavalcare la recinsione accedendo immediatamente sulla strada A ed agire agevolmente senza essere scorti dal personale di guardia.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome