Home AMBIENTE A ruota libera con Ruotalibera lungo le campagne di Veio

A ruota libera con Ruotalibera lungo le campagne di Veio

bicicletta

Immaginate Roma Nord senza automobili: strade più larghe, aria più sana e semafori che “parlano” al vento. Lo scenario ideale per quelli di Ruotalibera, associazione cicloambientalista romana che domenica 14 febbraio organizzerà un’escursione nelle campagne di Veio a nord di Roma, con partenza da Olgiata alle 11.

Ruotalibera fa parte della FIAB (Federazione Italiana Amici della Bicicletta), e questa – a sua volta – fa parte della ECF, la federazione dei ciclisti europei. Insomma, roba seria. Ma ciò che più conta è che l’essere green-friendly loro lo declinano sul campo organizzando escursioni ciclo-culturali a ciclo…continuo, sia fuori che dentro Roma, sia per i soci che per chi vorrebbe diventarlo.

L’unico requisito è avere la bicicletta (per alcune uscite, come quella del 14, è indispensabile la mountain bike) oltre ad un minimo di allenamento nelle gambe. Ma non si tratta solo di sport, lo scopo è anche la conoscenza dei siti storici, la difesa dell’ambiente, il rispetto della natura.

“Come associazione nasciamo 29 anni fa – ci spiega il presidente Walter De Dominicis – e dal 2004 siamo affiliati alla FIAB. Contiamo all’incirca 300 soci e il nostro scopo è promuovere la mobilità sostenibile cercando di invogliare le persone all’uso della bicicletta specialmente in città. Le escursioni ovviamente sono la parte più divertente, ce ne sono di tutti i tipi e variano a seconda del grado di difficoltà: si va da quelle di un giorno solo a quelle di più giorni, anche in altre regioni.”

“La prossima settimana, ad esempio, ce ne sarà una che riguarderà la Roma rinascimentale, ma a maggio – per dirle – saremo in Puglia. L’escursione nelle campagne di Veio è una delle due previste domenica 14 (l’altra è a Oasi di Palo laziale) ed è mediamente impegnativa in quanto sono presenti un po’ di salite, ma tutto sommato è fattibile per i più”.

Sul sito www.ruotalibera.org si può consultare il programma completo delle escursioni, ad ognuna delle quali è associato il nome e il numero di telefono della guida che la organizza.

“Le nostre guide sono preparate anche sul piano storico e culturale – riprende De Dominicis – ognuna con la sua specializzazione”.
Le uscite sono aperte a tutti ? “No, solo ai soci. Per diventarlo bisogna venire a tesserarsi in sede al costo di 30 euro annuali, o farlo sul luogo dell’escursione prima della partenza. Non è obbligatorio tesserarsi subito, c’è anche l’opzione alternativa per cui se qualcuno vuole prima conoscerci e vedere come si trova può partecipare comunque all’uscita pagando 5 euro a copertura dell’assicurazione sanitaria, che invece nella tessera annuale da 30 euro è inclusa”.

Le singole tappe delle escursioni le decidono le guide, sono loro che stilano l’itinerario e nei giorni precedenti testano il percorso. Domenica 14 a dirigere le operazioni ci sarà Alessandro, da due anni nell’organizzazione: “L’itinerario è in via di definizione e nei prossimi giorni sarà pubblicato sul sito – ci spiega la giovane guida – Indicativamente si partirà da Olgiata e faremo un percorso ad anello lungo alcuni tratti di Cassia, Formellese e della vecchia via Francigena.
Sono previste soste in alcuni punti di interesse tra cui Olgiata, il nuovo ponte pedonale sul Fosso del Cremera (a nord di Formello) inaugurato con l’inizio del Giubileo, Isola Farnese – con visita alle rovine etrusche di Veio – e ritorno al punto di partenza”.

Come si fa a partecipare ? “Telefonandomi, il numero si trova nel calendario sul sito”. Facile insomma, il resto sta a voi e alla vostra voglia di pedalare.

Valerio Di Marco

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome