Home ATTUALITÀ Labaro in festa con i gospel del Coro Taschler

Labaro in festa con i gospel del Coro Taschler

ba240.jpgArriva il Natale a Labaro, portando con sé cori festivi, danze e lo spirito del “buon cittadino”, protagonista e motore dell’iniziativa tenutasi nel pomeriggio di domenica 20 dicembre, presso l’anfiteatro della Biblioteca Galline Bianche, alla quale hanno aderito in tanti.

A dar voce all’appuntamento è Barbara Linardi, organizzatrice dell’evento con l’Associazione culturale Rosa D’Eventi che, insieme al Comitato Colli D’Oro e all’Associazione culturale Marco Taschler, ha allestito domenica 20 dicembre un evento unico, che ha unito gli abitanti di Labaro e Prima Porta coinvolgendoli in emozionanti cori gospel sulle note dei tradizionali brani natalizi come “Santa Claus is coming to town” o “Halleluja”.

L’esibizione del Gran Coro Taschler, ballata ed intonata, seppur al freddo e gelo ha riscaldato i partecipanti con la gioia del Natale e della calorosa iniziativa.

ba2.jpg

Ballano i bambini sulle geometrie variopinte dell’anfiteatro, brindano i genitori con cioccolate bollenti, i ragazzi del quartiere si avvicinano incuriositi dalle lanterne che fanno strada verso le musiche, cantano gli anziani del Centro adiacente la Biblioteca.
Festeggiano soprattutto i ragazzi del centro accoglienza rifugiati ubicato nell’hotel Point sulla Flaminia, ragazzi che lo scorso novembre hanno aiutato a ridipingere la struttura della biblioteca assieme ai Pittori Anonimi del Trullo, ieri presenti all’evento.

ba1.jpg

“Labaro, considerato da alcuni come un quartiere dormitorio, va semplicemente vissuto come stiamo facendo noi qui oggi. E quando si vive il quartiere, lo si libera dal degrado”, ha detto Barbara Linardi, ringraziando i tanti presenti.

Ai suoi ringraziamenti si sono aggiunti anche quelli del Presidente del XV Municipio, Daniele Torquati, e dei Pittori del Trullo: “i quartieri, i beni comuni come questo anfiteatro sono di chi ci vive; le amministrazioni vanno e vengono ma con la partecipazione popolare si riescono comunque a fare belle cose”.
E Torquati aggiunge: “Qualsiasi cosa succederà nel Municipio XV nel 2016, come Presidente, ad avervi tutti qui oggi ho già vinto”.

ba4.jpg

Un luogo, la Biblioteca ed il suo anfiteatro, che quindi ritrovano nuova vita come punto d’aggregazione, non solo per le pitture che lo hanno sottratto al degrado ma anche perché ora si anima grazie ai residenti e al loro senso d’appartenenza al quartiere, un quartiere finalmente a dimensione dei suoi abitanti.

Barbara Polidori

Visita la nostra pagina di Facebook

2 COMMENTI

  1. Avanti tutta!!! Festeggeremo carnevale, la festa delle donne, la Pasqua,la Primavera, il ferragosto con cocomerata…un posto così va vissuto da tutto il quartiere! Quindi organizziamo insieme e facciamo iniziative perche così avvicineremo i giovani che ieri erano quasi assenti…la strada è lunga… Ma il percorso è iniziato nel migliore dei modi!!!

  2. i posti dove si può creare aggregazione ci sono, vedi ad esempio via del Podismo, ma questa amministrazione tanto presente a questi eventi importanti ma transitori, ben si è guardata da realizzare il tanto sbandierato bando di assegnazione e gestione…così passano anni..decenni… e regna l’immobilismo…

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome