Home ATTUALITÀ Tetti puliti: l’antenna centralizzata ora conviene

    Tetti puliti: l’antenna centralizzata ora conviene

    antenna tv

    1,3 milioni le antenne sui tetti di Roma, funzionanti o no, alle quali si aggiungono circa 400mila parabole. Una vera e propria giungla alla quale vuole porre rimedio il “piano tetti puliti” varato dal Comune di Roma a fine ottobre. Previsti forti incentivi a chi centralizzerà l’impianto. Vediamolo in dettaglio.

    Da 3mila a 5mila euro, a tanto ammonta il bonus messo in campo dal Campidoglio per i condomini che vorranno ripulire i propri tetti optando per l’impianto centralizzato e, ovviamente, rimuovendo tutte le vecchie antenne. Come usufruirne?

    Le Categorie di interventi agevolati

    I lavori per realizzare impianti di antenna centralizzata contestualmente ai lavori di riqualificazione energetica dell’edificio. Praticamente gli impianti centralizzati vengono utilizzati per distribuire,oltre ai segnali televisivi, anche segnali di fonia e connettività a banda ultra larga.

    Gli Incentivi

    • La COSAP, la tassa per l’occupazione di suolo pubblico destinata al cantiere in genere ed ai ponteggi, non sarà dovuta
    • Lo sconto del 10% sulla CIP (canone iniziative pubblicitarie sui ponteggi) dovuta per l’esposizione dei teloni pubblicitari sui ponteggi

    Altri Incentivi Fiscali

    I lavori per realizzare l’impianto centralizzato cablato in fibra ottica nell’ambito del condominio usufruiscono di una detrazione fiscale del 50%;
    I lavori di Riqualificazione Energetica del Condominio usufruiscono di agevolazioni fiscali del 50% – 65% secondo la tipologia dei lavori.

    Destinatari

    I Condomini ed i proprietari di edifici situati nel Comune di Roma

    Durata dell’iniziativa

    L’iniziativa è subito operativa con scadenza al 31.12.2017

    Risultati Attesi

    Maggiore decoro urbano
    Messa a norma degli impianti di ricezione televisiva
    Installazione di impianti centralizzati che distribuiscano, oltre ai segnali televisivi, anche fonia e connettività a banda ultra larga
    Realizzazione della dorsale per l’infrastruttura della rete di telecomunicazioni: l’edificio diventa uno smart building.

    L’Impianto Multiservizio, da centro di costo a centro di ricavi

    Entro breve l’impianto centralizzato, potrebbe diventare per il condominio e quindi per ciascun proprietario,un centro di ricavi e non di costo:in pratica le Società fornitrici di Servizi televisivi, telefonici ed internet potranno comprare od affittare gli impianti centralizzati del Condominio per fornire servizi a pagamento agli utenti condominiali.
    Infatti l’impianto MULTISERVIZIO di fatto e di diritto costituisce un’infrastruttura di rete di telecomunicazioni e quindi beneficia degli incentivi del Governo per incrementare la diffusione della banda larga.

    Il Governo ha modificato con la legge 164/2014 l’art 89 “Coubicazione e Condivisione Infrastrutture” comma 5 bis del DL 259/2003 (Codice delle Comunicazioni Elettroniche).
    L’AGCOM, Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, può imporre obblighi in relazione al cablaggio all’interno degli edifici ed alla ripartizione dei costi della condivisione delle strutture o della proprietà.

    Ulteriori dettagli sugli incentivi sono contenuti nella Bozza del Decreto Banda Larga e Comunicazioni del 14.09.2015.

    CNA: Progetto Tetti Puliti

    La Confartigianato ha collaborato alla stesura del D.M. 22 Gennaio 2013 “Regole tecniche relative agli impianti condominiali centralizzati d’antenna
    riceventi del servizio di radiodiffusione “.
    Il Decreto disciplina gli impianti condominiali con antenna centralizzata che ricevono i segnali del servizio di radiodiffusione, terrestre e satellitare e ne effettuano la distribuzione nell’edificio con conseguente eliminazione della molteplicità di antenne condominiali.

    La CNA insieme ai Comuni predispone:

    • la modalità di compilazione della domanda per accedere agli incentivi
    • l’elenco degli installatori abilitati ai sensi del DM 37/08 lett. b)dell’art.4, comma1;
    • il contratto tipo di fornitura con l’installazione
    • le tipologie degli impianti centralizzati rispondenti alle norme
    • l’elenco dei prezzi orientativi degli impianti

    La rubrica Casa e Condominio, di cui questo articolo fa parte, è curata dall’Architetto Paolo Cortesi.
    Per ulteriori approfondimenti su questo ed altri temi:
    www.alfagestroma.it – Alfagest Roma, gestione immobili e amministrazione condomini 
    Visita la nostra pagina di Facebook

    1 commento

    1. Tetti Puliti
      Ad oggi,come riferisce Repubblica in data 27.01.16, sono stati realizzati
      solo 2 interventi nel 3° Municipio.
      La condizione di accesso all’esenzione COSAP ed allo sconto CIP del 10%
      era quella di effettuare lavori di rifacimento delle facciate (che al limite potrebbero riguardare solo i balconi) unitamente ai lavori di centralizzazione delle antenne;
      a queste condizioni iniziali, si è aggiunta anche la richiesta dell’esecuzione di lavori di riqualificazione energetica dell’edificio condominiale.

      La confusione regna sovrana,perchè alcuni Municipi ritengono siano sufficienti solo due dei tre interventi,anche senza l’obbligo di quelli relativi alla centralizzazione dell’antenna, ed altri invece pretendono tutti e tre gli interventi
      per la concessione delle facilitazioni.
      Tenuto conto della necessità di facilitare interventi per il restauro,il decoro ed il risparmio energetico dell’edilizia residenziale romana,per la maggior parte degradata,è necessario che il Comune di Roma, tramite l’Assessorato ai Lavori Pubblici, dia un’interpretazione definitiva della Delibera,valida ed uniforme per
      tutti i Municipi.

      Paolo Cortesi Architetto Socio ANACI 15831

      ALFAGEST ROMA Gestione Immobili
      Amministrazione Condomini
      tel 06 393.66.577 mob 335 611.33.77
      email : alfagest.roma@gmail.com web : http://www.alfagestroma.it

    LASCIA UN COMMENTO

    inserisci il tuo commento
    inserisci il tuo nome