Home ATTUALITÀ La Storta, sequestrata una casa di cura abusiva

La Storta, sequestrata una casa di cura abusiva

sequestro240.jpgAl momento del blitz dei poliziotti e degli agenti della Polizia Locale di Roma effettuato nella giornata di ieri, nella struttura erano presenti 14 persone, tutte di età compresa tra gli 80 e 90 anni. Ubicata in via Casalino, nella zona di La Storta di competenza del XIV Municipio, il complesso adibito a casa di cura è risultato completamento abusivo e privo di qualsiasi autorizzazione.

Negli ambienti quasi tutti senza porte, compresi i bagni, sono stati trovati diversi letti, ammassati, mentre nella cucina, a seguito del sopralluogo effettuato dagli ispettori della ASL, sono state riscontrate diverse inadempienze inerenti la conservazione dei cibi con minimi requisiti igienici.

La degenza degli anziani, oltre che alla proprietaria, era affidata a tre cittadini stranieri, nessuno dei quali aveva conseguito un titolo professionale idoneo per accudirli. Gli ospiti, dopo essere stati visitati dai medici, sono stati accompagnati in diversi pronto soccorso della Capitale per accertamenti sullo stato di salute che tuttavia è risultato soddisfacente. Buone anche le condizioni igienico sanitarie.

L’indagine, partita da una denuncia alla Procura della Repubblica da parte del Servizio Sociale del Municipio XIV a seguito di segnalazioni anonime che riferivano di urla provenienti dall’immobile, si è conclusa con il sequestro giudiziario della struttura, l’apposizione dei sigilli e la denuncia della titolare, T.M.C., di 58 anni.

Fra gli anziani ospitati una sorpresa: Duilio Poggiolini, l’ex Re Mida della sanità italiana, nonché uno dei protagonisti indiscussi di Tangentopoli. L’ex direttore generale del Servizio farmaceutico nazionale, che vantava negli anni ’90 un patrimonio stimato in circa 300 miliardi di lire, quello che teneva nascosti gioielli e denaro nei divani del salotto di casa, è stato trovato lì, solo e abbandonato.

Visita la nostra pagina di Facebook

3 COMMENTI

  1. Sono estremamente dispiaciuta per tutti gli anziani della struttura sequestrata.Gli anziani come i bambini non si toccano!!!

    Ma per Poggiolini : quello che fai è rifatto!!!!!!!!!!

  2. Volevo segnalare sab 6 ladri entrati per ben 2 volte nel condominio via cassia 1530, col solito piede di porco e con gente in casa. Si vive nel terrore oramai

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome