Home ATTUALITÀ Denuncia FDI: “XV Municipio riduce l’assistenza a bambini disabili”

Denuncia FDI: “XV Municipio riduce l’assistenza a bambini disabili”

comunicatistampa240.jpg“Diversi genitori di bambini del XV Municipio sono molto preoccupati perchè da poco informati della riduzione delle ore di assistenza AEC per i loro figli disabili.” A rendere noto il fatto sono Giorgio Mori, portavoce Fratelli d’Italia del XV Municipio, e il capogruppo municipale Giuseppe Calendino.

“Abbiamo verificato con gli uffici dei Servizi Sociali che ci hanno effettivamente confermato che il servizio, ad ora, è coperto solo fino al 31 ottobre e che per carenza di fondi sono stati fatti dei tagli considerevoli nelle ore di assistenza verso numerosi aventi diritto. Questo fatto – sottolineano – ha gravi conseguenze in tema di “pianificazione familiare” per le famiglie dei residenti e denota anche una poca attenzione della sinistra municipale al sociale e alle necessità dei più deboli”.

“Pensare che proprio tre anni fa, durante l’amministrazione Giacomini, in un analogo contesto, furono il PD di Torquati e il SEL di Pica ad affermare che “è ingiusto che per colpa dell’incapacità del Presidente Giacomini e della delegata alle politiche sociali Casasanta,dei cittadini debbano trovarsi nelle condizione di essere cittadini di serie B.” Il Consiglio dell’allora XX Municipio si espresse con un’apposita mozione dal titolo “reperimento fondi servizio per l’autonomia e l’integrazione degli alunni disabili (AEC)” che oggi proprio la sinistra ha deciso di disattendere”.

“Oggi proprio loro infatti – incalzano Mori e Calendino – insieme alla commissariata amministrazione della Giunta Marino, hanno dato questo input ai dirigenti del sociale, autorizzando tagli del monte ore nei confronti dell’assistenza AEC a bambini disabili ingenerando in vari contesti, vere e proprie discriminazioni tra cittadini e creando proprio le condizioni per definire alcuni “cittadini di serie B”. Il Presidente Torquati e l’assessore Ottavi confermano la loro idinoneità a ricoprire l’incarico che svolgono e dovrebbero pensare realmente a dimettersi per il bene dei cittadini.”

“Ancora una volta, in puro spirito orwelliano, dopo aver accusato chi li aveva preceduti di incapacità e di disinteresse verso i più deboli nonchè diseguglianza, la sinistra municipale e romana, una volta raggiunto il potere – concludono – ha realizzato quanto di cui aveva accusato gli altri.”

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome