Home ATTUALITÀ XV Municipio, no mozione anti Esposito? E noi lasciamo l’aula

XV Municipio, no mozione anti Esposito? E noi lasciamo l’aula

goodbye240.jpgGià dalla prima seduta post vacanze del Consiglio in XV riprendono le ostilità fra maggioranza e opposizione. Oggetto del contendere nella seduta odierna una mozione “anti Esposito” presentata fuori sacco che stigmatizzava le dichiarazioni dell’assessore capitolino ai trasporti, Stefano Esposito, in merito ai suoi trascorsi di tifoso della Juventus.

Una mozione che, stando ai firmatari Giuliano Pandolfi, Giuseppe Calendino, Stefano Erbaggi, Gianni Giacomini e Clarissa Casasanta, si poneva l’obiettivo di non fomentare la violenza negli stadi, soprattutto quella tra le tifoserie.

Ma quando un documento viene presentato “fuori sacco” cioè senza che sia all’ordine del giorno, basta che un consigliere si opponga che non può essere discusso. E così, oggi, il diniego del Capogruppo PD Marco Paccione è bastato per respingere al mittente la mozione. I Consiglieri di opposizione ne hanno preso atto ed hanno subito abbandonato l’aula.

A margine, Pandolfi, Calendino ed Erbaggi hanno così dichiarato: “Come fa un Assessore capitolino a dichiarare ai media di aver compiuto atti violenti, insultato gridato ‘Roma merda’, come fa la Giunta di Sinistra targata Torquati a rimanere indifferente davanti a questo sproloquio? Come fa il Consigliere Pica a negare le parole del Capogruppo SEL in Campidoglio, Gianluca Peciola, che aveva chiesto le dimisioni di Esposito? Evidentemente, l’Amministrazione di Sinistra del nostro municipio intende seguire l’esempio della Giunta Marino, rimanendo attaccata alla poltrona piuttosto che prendendosi le sue responsabilità”.

Visita la nostra pagina di Facebook

3 COMMENTI

  1. Ma la maggioranza del Municipio quante volte non è stata in grado di tenere il numero legale in Consiglio municipale. Mi ricordo che in passato la redazione di VCB contava il numero delle volte che Consiglio cadeva per mancanza di numero legale? A quanto siamo ora? Si curamente lo state conteggiando…. vero?!

  2. Qua non si tratta di destra-sinistra e di Roma o Lazio. E’ una questione di ‘sobrietà’: se non ce l’hai nessuno te la potrà mai dare neanche se fai il Senatore PD+Assessore capitolino. Peraltro simili abbinamenti (senatore+assessore) sono stati SEMPRE OSTEGGIATI DAL PD……nel caso specifico no…..ma che strano……

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome