Home ATTUALITÀ Parioli, arrestato operatore della CRI per furto in casa di una defunta

Parioli, arrestato operatore della CRI per furto in casa di una defunta

ps1.jpgUn operatore della Croce Rossa Italiana è stato arrestato per furto mentre stava effettuando un intervento con l’ambulanza ai Parioli, in via Barnaba Tortolini, per il decesso di un’anziana di 80 anni.

L’uomo, un 33enne incensurato, sposato e con un figlio, una volta nell’appartamento ha aperto un cassetto del comodino vicino al letto dell’anziana trovando oltre 2.000 euro che ha infilato nella tasca del camice.

Il gesto è stato però notato da una agente di una pattuglia del commissariato di Polizia Villa Glori a sua volta giunta nell’appartamento dell’anziana insieme a una volante, che gli ha intimato di tirare fuori quanto aveva infilato in tasca.

Vistosi scoperto, l’operatore è corso fuori dalla casa, raggiungendo l’ambulanza dove ha tentato disperatamente di nascondere i soldi. Ma anche questa volta gli agenti sono riusciti a vederlo e dopo aver recuperato il denaro l’hanno ammanettato.

Flavio Ronzi, presidente della Cri di Roma, in una nota fa sapere che ha deciso “di sospendere dal lavoro con effetto immediato l’intero equipaggio dell’ambulanza”.

“Ove fosse accertato il reato – dichiara Ronzi – saremmo di fronte ad un fatto gravissimo che non può infangare il lavoro e l’opera prestata dai nostri operatori sanitari. Chi tradisce il valore del lavoro di soccorritore e di operatore sanitario commette un doppio reato e per quanto ci riguarda è fuori da Croce Rossa Italiana. La CRI – aggiunge – si costituirà come parte civile nel procedimento che auspico avvenga in tempi rapidissimi e senza alcuno sconto di pena. Ai parenti della signora, intanto, vanno le nostre scuse”.

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome