Home ATTUALITÀ Casale San Nicola, c’è chi dice “No ai finti profughi”

Casale San Nicola, c’è chi dice “No ai finti profughi”

fiacco240.jpgIl comitato spontaneo di Casale San Nicola definitivamente spaccato. Dopo l’accordo con la Prefettura una parte dei presidianti ha ripudiato i più “morbidi”, ha riorganizzato la pagina facebook del presidio che conta quasi 4mila fan, ed ha indetto una fiaccolata di protesta che si è tenuta nella sera di giovedì 23 luglio.

A sfilare un centinaio di persone; molti i giovani, fra i quali spiccano quelli di Casapound. Categorico lo striscione esposto: “No ai finti profughi a San Nicola. I manganelli del prefetto non fermeranno la nostra volontà”.

Andrej Ruggeri, una dei portavoce dei manifestanti ne spiega il significato: “la fiaccolata di stasera rappresenta un messaggio forte e chiaro: il popolo di San Nicola non si arrende. Ribadiamo la necessità di un tavolo di discussione che non è stato fatto. Noi non ci sentiamo sicuri”.

fiacco1.jpg

E così alle 20.30, scortati da due auto della Polizia, tutti partono con in mano una fiaccola accesa. In testa al gruppo Andrea Antonini, vicepresidente di Casapound Italia. Per circa due chilometri la fila si è snodata lungo Braccianese arrivando fin sulla Cassia.

 fiacco2.jpg

“Quella di oggi è una manifestazione pacifica. Anche quella di venerdì 17 voleva esserlo, ma ci hanno attaccati. Come mai?” si domanda Fabrizio de Lorenzo, residente e portavoce del Gruppo rivolgendosi a fine marcia a tutti i presenti e annunciando: “Andremo avanti, non staremo in silenzio. Stasera ricomincia la marcia del territorio di San Nicola. Accadrà un episodio scatenante prima o poi e noi non potremmo rimanere in silenzio” .

Prende la parola Antonini: “Combatteremo; qui a Casale San Nicola non ci sono profughi, ma immigrati clandestini che di certo finiranno per delinquere. Solo di ieri la notizia di due furti in zona”. Applausi generali e convinti, poi la fiaccolata si scioglie. (red.)

Visita la nostra pagina di Facebook

1 commento

  1. Andrea Antonini è quello che qualche anno fa venne gambizzato a Roma….. qualcuno sa come è andata a finire poi? Si è capito il perchè?

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome