Home ATTUALITÀ Cassia, presa banda di pusher. In manette il capo, “cavallo arabo”

Cassia, presa banda di pusher. In manette il capo, “cavallo arabo”

ps2.jpgDuro colpo allo spaccio a Roma Nord messo a segno dagli agenti del Commissariato Flaminio Nuovo. Dopo oltre tre mesi di indagini e appostamenti sono stati individuati e fermati tre uomini che in zona Cassia spacciavano ai giovani ‪‎hashish‬ e ‪‎marijuana. ‬ In manette il capo della banda, si faceva chiamare “cavallo arabo”.

L’indagine ha avuto inizio nel dicembre scorso, quando gli agenti del Commissariato Flaminio Nuovo, diretti dalla dott.ssa Cristina Petrella, hanno avuto il sentore di una fiorente attività di spaccio messa in atto da tre pusher, diventati il punto di riferimento di molti giovani abitanti in zona Cassia e dintorni per rifornirsi di hashish e marijuana. Da lì era partita una lunga e complessa attività fatta di indagini ed appostamenti.

Proprio grazie a questo continuo monitoraggio effettuato sul territorio, nel mese di febbraio è stato individuato il primo dei tre spacciatori. Un 30enne dominicano, è stato infatti notato in atteggiamento sospetto nei pressi di via Carlo Pirzio Biroli e fermato per un controllo. In suo possesso sono stati rinvenuti circa 15 grammi di marijuana, 4 grammi di hashish oltre ad una somma di danaro probabile provento dell’attività di spaccio.

Giunti a lui e proseguendo nelle indagini gli investigatori sono riusciti a risalire ad un secondo pusher, un romano di 23 anni, e al capo dell’organizzazione, A.A., 28enne conosciuto come “cavallo arabo”.

Una volta individuate le abitazioni utilizzate per nascondere la droga, sono scattate le perquisizioni.
All’interno di un monolocale sono stati rinvenuti e sequestrati 119 grammi di marijuana suddivisa in tre involucri, una cospicua somma di danaro contante ed un coltello con la punta ancora intrisa di sostanza stupefacente, usato per la preparazione delle dosi.
Nella seconda abitazione invece sono stati rinvenuti e sequestrati 100 grammi di hashish suddivisi in più involucri, nonché un bilancino di precisione.

L’operazione, dopo oltre tre mesi di indagini, si è così conclusa con l’arresto di A.A. e la denuncia degli altri due “soci”, tutti responsabili del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Visita la nostra pagina di Facebook

1 commento

  1. Un altra fiorente attività di spaccio e consumo di sostanze stupefacenti avviene tutte le sere, presso via Ischia di Castro 25 o meglio Largo Sperlonga 18 nei pressi dei contatori del gas del 3° e 4° fabbricato.

    Qualcuno può fare qualcosa?

    Inoltre la zona si presta anche per nascondere moto o motorini rubati, infatti piu volte i residenti hanno chiamato i proprietari dicendo che i loro mezzi si trovavano nel loro piazzale

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome