Home ATTUALITÀ Labaro, via Clauzetto soffocata dai rifiuti

Labaro, via Clauzetto soffocata dai rifiuti

clauzetto240.jpg“Segnalo che da due giorni in Via Clauzetto i cassonetti per la raccolta di plastica e carta versano nello situazione testimoniata dalle foto che vi allego. E’ inaccettabile!”. Così ci scrive la nostra lettrice Claudia M. sostenendo che “questo spettacolo non fa altro che scoraggiare quei cittadini che, nonostante i tanti dubbi circa il reale conferimento della raccolta differenziata, continuano a separare i rifiuti.”

 clauzetto470.jpg

Visita la nostra pagina di Facebook

4 COMMENTI

  1. La situazione di Via Clauzetto è sempre così, molte persone nonostante i cassonetti siano vuoti, buttano l’immondizia fuori.Poi passano gli zingari, gli extracomunitari che rovistano e buttano fuori del cassonetto.
    Il sabato e la domenica si puliscono cantine e garage.
    Ma chi sporca non si rende conto che vive li , dove sporca?

  2. la lettrice ha ragione. confermo!
    però va anche detto che c’è gente che scarica mobili, poltrone e quant’altro…
    ecco i veri incivili!!
    ma ci vuole tanto a telefonare all’AMA per il ritiro dei rifiuti ingombranti?
    inqualificabili!

  3. Tutto vero. Anch’io martedi scorso ho segnalato inutilmente (06.06.06) lo stesso disservizio, benchè i residenti paghino la Ta.Ri nella stessa misura dei residenti del centro storico o dei Parioli.
    Aggiungo che il sabato e la domenica, non sono solo i residenti “sporcaccioni” a svuotare le cantine (avrebbero finito da anni), ma spesso gli ” sporcaccioni” provengono da altre zone e sono padroncini di piccole ditte che scaricano abusivamente i residui dei loro lavori (anch’essi probabilmente abusivi).
    Un invito all’AMA (se vuole): dato che tutti i giorni si ripete questa liturgia, perchè dopo aver svolto puntualmente il servizio di pulizia, non impiegate qualche ora la mattina e la sera alla sorveglianza e multare facilmente i responsabili. SE VUOLE!

  4. Lo dico e lo sosterro’ sempre, le persone maleducate, irrispettose ecc ecc. per “educarle” l’unico modo è fargli tirare un po’ di soldini dalle tasche con qualche MULTA (lo urlo volutamente). Vale per l’immondizia, vale per le cacche dei cani. Sicuramnete incide anche il fenomeno dei Rom, extra comunitari e padroncini, ma tanti purtroppo sono residenti ma evidentemente a loro importa che forse sia pulita solo casa loro! D’accordo con Sandro, sarebbe un ottimo investimento presidiare e multare, queste azioni si annunciano solo e non si mettono in pratica MAI….perchè?
    Eppure ci sono i centri di raccolta attivi, le isole ecologiche, il servizio gratuito Ama per i rifiuti ingombranti…. il problema è che tanti sono affetti da maleducazione acuta

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome