Home ARTE E CULTURA Museo Crocetti, il viaggio artistico di Vanda Valente

Museo Crocetti, il viaggio artistico di Vanda Valente

invito.jpgMercoledì 1 aprile, alle 18, al Museo Crocetti di via Cassia 472 si terrà l’inaugurazione della mostra “La pittura nel grido della natura”, un viaggio artistico di Vanda Valente a cura di Lorenzo Canova. Una mostra con la quale La Fondazione Venanzo Crocetti, nel contesto dell’ampia pluralità delle sue proposte espositive, continua il programma 2015.

“Un lungo percorso di impegno attraverso la pittura, un cammino complesso dedicato all’amore per la natura e per il nostro pianeta, un raffinato e denso lavoro sul colore e sulle sue valenze metaforiche, una rimeditazione personale e indipendente sulle grandi esperienze delle avanguardie storiche fondata su una solida capacità compositiva e disegnativa: queste sono solo alcune delle linee direttrici su cui si è sviluppato l’intenso viaggio artistico di Vanda Valente.”

Così Lorenzo Canova presenta la mostra spiegando che “astrazione, figurazione, futurismo, espressionismo, cubismo, realismo, sono infatti tutti aggettivi che si potrebbero usare per il lungo tragitto dell’artista, senza tuttavia riuscire a coglierne l’intera e composita natura, l’essenza di una strada ricca e articolata in cui le influenze, le intuizioni e gli stili si sono fusi in un linguaggio del tutto personale e unitario, nonostante le sue molte sfaccettature.”

“Per comprendere una delle radici fondamentali di questa particolarità di Vanda Valente – conclude Canova – è sempre necessario ricordare il suo legame quasi filiale di allieva di un grande artista come Emilio Notte, che, con il suo magistero, ha saputo donare il vento fresco e rinnovatore delle avanguardie internazionali a intere generazioni di artisti dell’Italia non solo meridionale.”

La mostra, a ingresso gratuito, durerà fino al 14 aprile e sarà visitabile dal lunedì al venerdì dalle 11 alle 13 e dalle 15 alle 19. Il sabato invece orario continuato dalle 11 alle 19. Domenica chiuso.

Visita la nostra pagina di Facebook

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome