Home ATTUALITÀ Pino si schianta sulla Cassia

Pino si schianta sulla Cassia

albero240.jpgE’ l’ennesimo pino che si schianta sulla Cassia Nuova; fortunatamente ha scelto la “direzione giusta” abbattendosi non sulla strada ma all’interno di terreni privati. Se si fosse schiantato sull’asfalto avrebbe potuto provocare una tragedia. Il fatto è accaduto sul lato destro del tratto fra via Oriolo Romano e via Fabbroni, in direzione centro, poco prima del semaforo.

Le cause sono da ricercare nel vento forte che per tutta la notte si è abbattuto sulla capitale raggiungendo anche i 14 m/s (circa 50 chilometri orari) ma anche nella posizione del pino cresciuto al bordo della scarpata che degrada verso il Fosso dell’Acqua Traversa.

Sul posto è intervenuta la Polizia Locale e i Vigili del Fuoco che non hanno potuto fare altro che constatare come nella caduta il pino abbia provocato una piccola voragine a bordo strada; tra le radici, bene in vista, anche un grosso cavo del telefono o dell’elettricità.

collage-pinocaduto.jpg

Già in passato Vignaclarablog.it si era occupato dei pini della Cassia Nuova segnalando sia i danni provocati dalle radici all’asfalto che le pessime condizioni di alcune piante; il pino è un albero che necessita di terreni asciutti, in caso contrario alcuni tipi di muffe attaccano il tronco che di conseguenza si ammala. I terreni della Cassia Nuova sono perennemente umidi a causa del ristagno dell’acqua piovana. Un motivo in più per monitorare le alte piante.

Francesco Gargaglia

Visita la nostra pagina di Facebook

7 COMMENTI

  1. Il pino è caduto diversi giorni fa. Sicuramente prima di domenica scorsa perché avevo notato la grossa buca che ha creato al margine della strada.
    Con l’occasione vorrei segnalare che, circa un centinaio di metri prima , c’è un altro pino che pende pericolosamente però verso la strada.
    Cristiana Canovi

  2. Il pino (ma in realtà sono diverse piante tutte unite alle radici) è venuto giù non la scorsa notte ma quella tra il 24 e il 25. Già ieri mattina era giù. Probabilmente con la pioggia nessuno è andato a controllare e hanno aspettato che spiovesse.

  3. chi ha scritto questo articolo non conosce le piante soprattutto il pino, il terreno li è perfetto per tutte le conifere dite la verità vorreste che crepassero tutti gli alberi per allargare la strada? ancora la scusa delle radici? chiedete a chi conosce veramente gli alberi. guardate strade piene di pini secolari trattati bene senza alcuna radice ne asfalto rotto. informatevi qui regna troppa ignoranza e ci rimettono gli alberi.

  4. Gentile lettrice, lei ci chiama in causa, ci vediamo dunque costretti a intervenire per sottolineare che, a differenza da quanto da lei affermato, chi ha firmato l’articolo è grande esperto della materia nonchè strenuo difensore della natura e dell’ambiente. La invitiamo a ripercorrere le centinaia di suoi articoli a difesa del territorio, dei parchi, di ogni angolo di verde esista nei nostri quartieri. Alberi compresi. Respingiamo altresì con forza la sua affermazione secondo la quale noi vorremmo che sul quel tratto di via Cassia Nuova “crepassero tutti gli alberi per allargare la strada”. Non troverà nessuna parola in tal senso nei quasi 16mila articoli pubblicati negli ultimi 8 anni.
    Con senso di umiltà accettiamo sempre tutte le critiche dei nostri lettori ma in questo caso affibbiarci una tale volontà devastatrice dell’ambiente merita una formale smentita.
    Distinti saluti
    La Redazione

  5. non concordo a parte che quando non vi piacciono molte volte levate i commenti secondo poi la storia delle radici e dei pini è un mito da sfatare altrimenti la gente come spesso accade ha l’odio verso queste bellissime piante. Se il manto stradale è fatto bene ed i pini non vengono potati male o soppressi le radici non si alzano MAI.
    più volte ho letto e visto che hanno ammazzato grandi pini secolari in zona da via flaminia nuova davanti la stazione di vigna clara all inizio proprio di via cassia nuova, negli ultimi anni più di 10 e non ho mai visto un articolo sul perchè non vengano ripiantati. all’incrocio tra via cassia nuove a via fabborni c’era un pino sanissimo ed è stato ucciso non so con quale scusa…sta di fatto che il benzinaio adesso si vede benissimo e dopo due anni dalla rimozione (fatta male col solito mozzone in vista) le radici hanno iniziato ad innalsarzi creando danno. allora vogliamo capire che le radici si inalzano a pianta malata o morta? volete fare qualcosa per richiedere la piantumazione ? dopo apprezzerò. ps. mi occupo di alberi per lavoro ed ho una laurea che lo documenta, vorrei proprio parlare con la persona che ha trovato il terreno di via cassia nuova non adatto a delle conifere. Sul fatto dello strapiompo al lato della carreggiata avete perfettamente ragione invece. Sottolineo che la mia non è una polemica sterile ma un esigenza di migliorare la nostra zona quindi l’unione fa la forza, spero rivediate alcuni vostri pensieri. grazie

  6. “Molte volte non pubblichiamo i commenti”? A lei è capitato? A noi non risulta…In ogni caso confermiamo che esercitiamo questo nostro diritto quando non vengono rispettate le nostre regole chiaramente richiamate in rosso, per due volte, nell’avviso posto subito sotto il box dei commenti.
    Distinti saluti
    La Redazione

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome