Home ATTUALITÀ Rapina a mano armata all’Olgiata, cento euro il bottino

Rapina a mano armata all’Olgiata, cento euro il bottino

rapina.jpgIn sette, a volto coperto e pistola alla mano, si introducono in una villa. Poi, sotto minaccia, chiudono in una stanza proprietari e figli, mettono a soqquadro la casa e dopo aver capito che non c’era alcuna cassaforte, fuggono con un magro bottino: cento euro una manciata di gioielli.

Il fatto è accaduto all’Olgiata all’alba di oggi, mercoledì 7 gennaio. Fortunatamente nessun ferito fra i presenti. Le indagini sono state affidate ai Carabinieri della Compagnia Cassia.

Visita la nostra pagina di Facebook

3 COMMENTI

  1. Io non sottovaluto la situazione dell’Olgiata e voglio speculare sulla notizia: una volta, quando Olgiata era un Consorzio per veri signori, quando si arrivava alla sbarra, la Guardia Giurata telefonava al residente per avere conferma dell’arrivo di una visita. Ora entra chiunque, a piedi, in macchina, in moto, con il furgone e con il camion. Ho sperimentato io stesso con tutti questi mezzi e mai nessuno mi ha chiesto chi fossi e dove andassi. Ora mi chiedo a cosa servono tutte quelle Guardie Giurate, a cosa servono le telecamere agli ingressi se non per riconoscere la targa di un residente e far aprire automaticamente la sbarra. A cosa servono quelle vetture d’ordinanza in giro per il Consorzio se posso indisturbatamente valcare le recinzioni ed introdurmi all’interno senza che nessuno mi chieda un documento! Pagare chi e per cosa si chiedono alcuni residenti miei amici… Ed essendo non informato sull’effettivo compito delle Guardie Giurate, chiedo, da cittadino, che gli inquirenti facciano luce sulle vicende che da tempo attanagliano quello che una volta era un quartiere “di lusso”.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome