Home ATTUALITÀ Tafferugli aspettando il sindaco Marino sulla Cassia

Tafferugli aspettando il sindaco Marino sulla Cassia

Marino sulla CassiaMancano pochi minuti all’arrivo del sindaco Marino nei locali del Teatro Patologico in Via Cassia 472. Sotto la pioggia battente e con l’usuale traffico impazzito esponenti delle opposizioni stanno già manifestando sul marciapiede antistante esponendo striscioni e cartelloni contro il sindaco sotto le telecamere del TG3. Mentre scriviamo si stanno verificando lievi tafferugli tra opposte fazioni prontamente sedati da agenti delle forze dell’ordine in borghese.

Cospicua la presenza dei consiglieri NCD del XV Municipio e di esponenti di Forza Italia e Fratelli d’Italia. Nel frattempo all’interno del teatro un centinaio di persone stanno prendendo posto per ascoltare quanto dirà il sindaco sui problemi del territorio del XV Municipio.

aggiornamento: per il resoconto della serata all’interno del teatro cliccare qui

Marino sulla Cassia

Marino sulla Cassia

Marino sulla Cassia

Marino sulla Cassia

Visita la nostra pagina di Facebook

25 COMMENTI

  1. Ma perché questi incontri si svolgono sempre nella parte iniziale di via cassia???? Dovrebbero svolgersi anche dalle parti di La Storta dove è veramente forte il disaggio. A è vero …..qui l’importante è costruire…ma il resto?????
    Cordiali Saluti

  2. Mah, a me questa opposizione che cavalca gli eventi fa un po’ tristezza.
    Che poi son gli stessi che appoggiavano a livello locale Giacomini e al comune Alemanno, senza ombra di smentita la peggiore amministrazione dai tempi di Rebecchini.

    E dire che per la prima volta dal dopoguerra la destra aveva avuto l’occasione storica per governare e l’ha gettata al vento tra assunzioni clientelari, scandali e incompetenza allo stato puro. E’ oggi fanno i cartelloni…

    Marino è una brava persona, purtroppo totalmente inadatta a governare questa città.

  3. Simone tutti sono “brave persone” fino a quando non dimostrano la loro totale incapacità; la cosa grave è che lo fanno sulla pelle della gente. Qua non si cavalca un bel niente! La gente perbene che paga le tasse è stufa di essere amministrata da politici impreparati, disinteressati, chiacchieroni e inconcludenti.
    La richiesta di dimissioni da parte del CODACONS è un segnale allarmante…..e pensare che avevano esordito “DA OGGI SI CAMBIA PAGINA!”……mandatelo a casa prima che sia troppo tardi.

  4. I tafferugli aspettando il sindaco marino oggi 17 novembre 2014 sulla cassia sono vergognosi , hanno stancato i soliti che appoggiavano a livello locale giacomini e al comune alemanno .si mettessero in testa che non intimoriscono nessuno .

  5. Ci vuole un coraggio barbaro (o insipienza) per cercare di difendere un bugiardo… Simone, quando le faranno una multa, la porti pure al suo sindachetto … ci penserà lui

  6. Ok Strix sono d’accordo con lei, mandiamolo a casa. Ma poi ? Cosa ci aspetta un altro Alemanno ?

    Mi faccia il nome di un solo personaggio politico (uno) di destra che abbia autorevolezza, onestà e competenza per rivestire il ruolo di Sindaco.

    Si interroghi sul motivo per cui un illustro sconosciuto piovuto dall’alto è riuscito ad umiliare con un 70-30 bulgaro il sindaco uscente.

  7. Scusa te ma io non capisco questi di NCD: mentre alcuni di loro protestano contro un Sindaco del Pd, i loro esponenti nazionali votano con il Pd in Senato e Camera sostenendo un premier del Pd. Questa è la politica italiana, cavalcare il disagio locale per non perdere i voti e nello stesso tempo governare per non perdere il potere: questo è il surrogato perfetto della politica della prima repubblica, che sembrava scomparsa ma che purtroppo ritorna anche tra le nuove generazioni di politici locali. Forse essere più coerenti sarebbe un segno di serietà e dire da quale parte della barricate stare non renderebbero queste manifestazioni sterili.

  8. Simone non ho mai parlato come alternativa di un sindaco di destra o di centro o altro.
    C’e’ una sola cosa da fare: mandarli TUTTI a casa. Cosa ci aspetta poi? Qualsiasi cosa, dal momento chr non abbiamo un Sindaco come quello che ebbe New York, sara’ sempre meglio di una classe politica e di amministratori incapace e corrotta.

  9. Beh Luca il ragionamento che fai si potrebbe benissimo rigirare: “..non capisco quelli del PD, sono in maggioranza al Comune ma al governo sono in coalizione con le opposizioni comunali…” “Nazareno docet…”
    Io penso che le proteste non siano sempre strumentali, il malcontento verso Marino è un sentire comune a tutta la città, Tor Sapienza ne è l’esempio.
    Poi capisco il Sindaco Marino che, accerchiato addirittura dai suoi compagni di partito, dopo un anno e mezzo è “obbligato” a farsi vedere in giro cercando di mettere una pezza ai disastri che ha prodotto finora.

  10. @Redazione sinceramente trovo proprio inadatto titolare così l’articolo…. tafferugli??? non scherziamo…. ieri c’erano 30 persone tranquillissime che manifestavano contro il sindaco di Roma.

    Piuttosto vogliamo dire che il traffico è stato causato dalle due camionette della polizia?
    eh sì perchè ormai il sindaco di Roma gira scortato da 20 “celerini”, oltre a Digos e volanti normali!!

    ieri c’erano oltre 40 agenti delle forze dell’ordine per controllare non si sa cosa!!!

    @Luca scusa ma che c’entra? Fammi capire…. se Marino è il peggior Sindaco che Roma riesca a ricordare (e non lo dico io ma la città) allora non possiamo criticarlo ??? il tuo è un discorso qualunquista perchè devi attualizzarlo nel contesto…
    Marino ti piace come Sindaco? a me no e perciò lo contesto duramente.

    @Lavazza ma lascia perdere va… te i tafferugli manco sai cosa sono….

  11. Gentile Consigliere Erbaggi, quando delle persone vengono alle mani ed è necessario l’intervento dei poliziotti per separarle e in quattro vengono poi identificate, lei come come lo chiama ?
    Molto cordialmente,
    La Redazione

  12. E no…
    Solo per precisazione:

    1 – il “tafferuglio” è stata una spintonata di un ragazzo ad un agente in borghese che non si era qualificato e “intimidiva” il ragazzo…. Punto finito qui….
    2 – le quattro persone identificate (tra cui il sottoscritto) lo sono state alla fine di tutta la manifestazione come normale controllo… Tant’è che chi aveva spintonato all’inizio neanche è stato identificato…

    Non mistifichiamo la realtà…. La verità è che ieri una manifestazione pacifica di 30 persone è stata controllata da 40 agenti delle forze dell’ordine di cui la metà in assetto antisommossa!!! Follia!!!

  13. manifestazione pacifica, il traffico lo hanno causato le camionette….allora bisogna levargli il vino a quelli del messaggero,della repubblica e degli altri giornbali che hanno scritto “Un gruppo di cittadini ha contestato il primo cittadino occupando la consolare e provocando pesanti disagi al traffico” !!

  14. La protesta fa parte del confronto democratico e quando si fa con civiltà e senza violenze è sempre qualcosa che è utile per capire meglio la realtà valorizzando più punti di vista. Ma non basta. Occorre anche la proposta e la capacità di assumere responsabilità e dare risposte adeguate ai problemi del territorio. Personalmente rifuggo dalle tifoserie acritiche che ad amici e alleati perdonano tutto e a nemici e avversari non giustificano niente. Prescindendo dai contenuti e dalla ricerca del vero. Il rispetto delle regole democratiche permette il confronto anche duro ma non l’illegalità e la sopraffazione violenta. Che trenta persone abbiano avuto il loro palcoscenico e fatto sapere la loro opposizione al sindaco e al suo lavoro non oscura le duecento persone che dentro il teatro hanno fatto presente con intelligenza problemi, richieste e raccomandazioni garantendo partecipazione e confronto senza chiedere previamente come ha votato. Nei giornali fa più notizia l’uomo che morde il cane. E qualcuno rischi di rovinarsi i denti ma non cambia la realtà.

  15. @ Cesare, se i giornalisti di quelle testate invece di tenere incollato il culetto nelle poltrone e scopiazzare dai vari blog, come questo, andassero sul posto, forse la realtà dei fatti verrebbe fuori…
    p.s. Il vino bisogna toglierlo a Marino, e soprattutto a chi lo appoggia..

  16. @Simone, condivido in toto quello che ha scritto. Io non condivido le scelte di Marino, ma quelli dell’NCD che hanno appoggiato Giacomini ed Alemanno mi fanno davvero tristezza. Finchè non ci sarà ricambio in Italia e a Roma non andremo da nessuna parte.

  17. Non te la prendere Nico….a sentirli così oggi sembrano bravi ragazzi:i parlano di confronto, partecipazione, rispetto…..insomma, tutto Partito e Chiesa!

  18. Cari Amici del XV° Municipio,
    sono nuovo di questo sito, ma finalmente c’e’ un “posto” dove parlarci e confrontarci. Vi chiarisco subito che sono un abitante di Corso di Francia e che ho sempre votato verso destra o comunque , centro destra. Convinto? Appagato? Soddisfatto? No assolutamente anzi…! ma certo non pensavo che ci sarebbero stati personaggi come quel tale Presidente Torquati, credo che sia il “nostro” Presidente, che ha un solo pregio, l’età! ahah altro non dico altriementi potrei essere offensivo e non voglio.
    Il nostro quartiere, il nostro Municipio, la nostra zona, è da sempre considerato una rocca forte della “destra ” romana, ma che alle ultime elezioni, ha fallito pure qui. Ma era prevedibile visto che il nostro “genio” era rappresentato da un “grande manager” come Gianni Giacomini; stendo un velo pietoso sulla sua gestione….! Tornando a noi, V chiedo davvero, ma come facciamo ad imporci a questi signori che a tutto pensano meno che alla nostra vita quotidiana. Nel NOSTRO territorio non va nulla, ma non lo dico con rabbia politica, ma con disperazione personale in quanto dall’Atac all’AMA, dai Vigili Urbani alle Scuole, siamo rimasti fermi a 30 anni fa. Mi ricordo quando frequentavo ( per conto del vecchio PLI) il Consiglio Municipale degli anni della Presidenza di Ricchi ( 1987) dove proponemmo diversi progetti che oggi sono rimasti inesistenti pur essendo validi. Il Ponte che doveva collegare via di Vigna Stelluti con Via F.S.Nitti….(?) l’Anello Ferroviario ( Fermata di Corso Francia diventatata un deposito e addirittura smembrata delle rotaie! (?) Il rifacimento della Galleria che collega Via Flaminia con Viale Tor di Quinto ( Centro Euclide) , in quanto ai primi “schizzi” di acqua si allaga e blocca tutto il quadrante nord della capitale….(?) Le fermate della linea ferroviaria Roma Nord “ferme” alla loro costruzione degli anni 70…mai ristrutturate…..(‘) Insooma avrei altri cento motivi per dire che NOI ci dobbiamo dare una mossa, cercando anche degli investitori locali che procedano agli interventi che al contrario bloccano il miglioramento e l’ammoderanmento del Nostro Municipio.
    Se ci vogliamo bene, mandiamo via la Giunta Torquati, ma non dico di rimetterci la destra, ma cerchiamo tra di noi, personaggi, uomini, appassionati che vogliano davvero il bene den nostro territorio. Cerchiamo tutti insieme di presentarci a “qualcuno” con delle idee chiare ed innovative perlo sviluppo e la vivibilità del nostro quartiere. Capisco che il nostro Municipio è grande, per quanto riguarda l’estensione territoraile, quanto la Provincia di MIlano, ma se VOGLIAMO, Ingegneri, Architetti,Professori e semplici Cittadini che vogliono impegnarsi si trovano. Partiamo insieme senza Destra ne Sinistra ( e assolutamente senza il MOvimento 5Stelle, altro fallimento Nazionale) e diamoci da fare.

  19. Ciao Claudio, chissa’ se sei il Claudio che conoscevo quando ero piccolo.
    Benissimo la diagnosi, ma non la prognosi.
    Quando citi la Destra di Giacomini, un po’ mi sento offeso. Non c’era piu’ nulla di Destra da tanto tempo nella classe che gestiva il potere in XX.
    Per questa ragione un gruppo di persone tra cui il sottoscritto, ha deciso di mandarli a casa il 4 Marzo 2013. E non ha rimpianti.
    Oggi c’è da ricostruire tutto. Ma non si può pensare di trascurare le realtà presenti, dicendo “senza Destra ne Sinistra ( e assolutamente senza il Movimento 5Stelle, altro fallimento Nazionale)”.
    Perchè altrimenti facciamo demagogia.
    E anche sui M5S non si può mettere la testa sotto terra e trascurare il fatto che essi rappresentano uno spaccato importante della società.
    Uno spaccato che non mi appartiene ma che c’è e non può essere dimenticato a dimostrazione che il Popolo si sta allontanando dalla politica sempre più per scegliere modelli di partecipazione civica che spesso contengono solo protesta, ma poco di concreto. Ma esistono. E se ne deve prendere atto.
    E tra di loro ci sono molti galantuomini. Chi lo nega è in malafede.
    La politica non è una cosa cmq che si può improvvisare, come non lo è per le professioni di medico, avvocato, commercialista, etc., come i mestieri di idraulico, di venditore porta a porta, di agente immobiliare, di autista.
    Chi lo pensa sottovaluta gravemente la politica.
    E poi forse non ti rendi conto che proprio Marino, che è un Marziano, è molto lontano dalle categorie sociali e politiche della città, è ormai si è autoemarginato.
    Io non credo che si debba passare da un estremo all’altro.
    Dalla clientela assoluta di cui parlavo prima all’aristocrazia professionale.
    Serve solo avere il coraggio di scegliere persone oneste, a dx come a sx, di rivolgerci a loro non solo per farci togliere le multe, avere un aiuto urbanistico, una OSP, un iscrizione asilo nido o altro.
    Certo così si hanno molto meno preferenze, ma si è liberi di cambiare la politica sul serio, magari anche solo per aspettare cinque anni per alzare un dito e …
    scegliere davvero #tuttaunaltrastoria … (ma sul serio, non #achiacchiere …)
    G.Mori – FDI ROMA XV

  20. @ Claudio Martino, benvenuto. Io invece vivo a Labaro da 30 anni. Un territorio che amo e sento mio come se ci fossi nato. Roma Nord è bella, ha tante ricchezze che la storia gli ha lasciato in eredità. Ma allo stesso tempo vi è tanto abbandono e tanta vulnerabilità. C’è bisogno, come dice lei, di tanto impegno, di nuove idee, di risorse adeguate e di tanta energia e volontà. C’è tanto da fare. E nessuno si deve sentire escluso. Vedere tanate carenze porta il più delle volte alla protesta. Giusta sacrosanta. Ma protestare non basta. Lei crede che mandare via la giunta Torquati porti automaticamente al governo degli onesti e dei competenti (escludendo Sinistra, destra, Centro, e M5S)? Se si trova il consenso di 70 mila persone (il 50 % dell’elettorato) è una opportunità da non perdere e io sarei tra questi. Ma come fare ? Per mandare via la giunta occorre usare le armi della politica che lei rifiuta. Cioè le regole dell’attuale democrazia imperante impongono che vi sia un voto di sfiducia nel Consiglio municipale dove invece Torquati ha la maggioranza assoluta. Quindi occorrerebbe convincere almeno 8 consiglieri a sfiduciarlo, cosa non facile e al momento credo proprio improponibile perché velleitaria. Quindi dobbiamo rassegnarci a fare in modo di condizionare il governo di prossimità esistente affinché funzioni meglio. Con la protesta e con la proposta. Ragionando sui temi specifici e chiedendo conto delle decisioni che si prendono. Poi alla fine della legislatura forse i competenti e gli onesti si possono cimentare con una loro lista e con nomi di assoluta fiducia a realizzare il programma “di idee chiare e innovative per lo sviluppo e il benessere del nostro territorio” che lei propone. Ci hanno provato in tanti in passato a sostituire i partiti con liste di venti di cambiamento. Poi sono tornati a qualche ovile più organizzato. Le auguro miglior fortuna. P.S. Io sono uno dei fondatori del Partito Democratico tentando di lavorare per il bene del nostro territorio.

  21. Io voglio dire che stavolta sono un po’ perplesso a causa del taglio di quest’articolo e di altre circostanze che mi hanno fatto … diciamo così … un po’ dispiacere.
    Dico subito che ritengo Claudio un giornalista imparziale, ma mi sarei aspettato comunque lo stesso spirito usato con impietosa asetticità verso le manifestazioni di regime giacominiano, che molti di noi ricordano, dalle befane che ci hanno reso famosi nel mondo alle altre parate di servitori sciocchi o furbetti.
    Ebbene Claudio, intanto non capisco la fretta di pubblicare il resoconto dei “lievi tafferugli” alle 18,05 appena 5 minuti dopo l’inizio della parata del Sindaco.
    A dimostrazione di questo, osservo con dispiacere l’assenza di ogni insegna o riferimento prodotti da FDI che, se fossi rimasto lo avresti potuto vedere, ha visto la presenza anche di qualche altro dirigente romano.
    Per noi esiste continuità con Tor Sapienza e il manifesto lo indica perfettamente.
    Anche il Messaggero di oggi ha recepito le contestazioni al primo cittadino:
    http://www.ilmessaggero.it/ROMA/CRONACA/marino_contestazioni_via_cassia_prima_incontro_cittadini/notizie/1017807.shtml
    Poi mi piacerebbe sapere anche dai dirigenti del PD, perchè ce ne erano tanti, anche se si vuole dire che erano tutti “non iscritti” ce ne erano tanti, perchè non è stata data la possibilità di accesso a chi non era “di parte” … ?
    Posso testimoniare e chiedo l’acquisizione di questa prova eventualmente, che una mia collega iscritta e quadro di FDI, ha potuto fare accesso solo dopo aver mostrato il tesserino di giornalista e ha fatto questo video:
    https://www.facebook.com/video.php?v=10152472848573240&set=vb.600508239&type=2&theater
    Noi riteniamo cmq che non fossero duecento e non dico altro.
    Se noi fossimo potuti entrare, avremmo potuto chiedere il motivo degli aumenti strisce blu, della cancellazione degli abbonamenti per i pendolari, degli aumenti asili nido, etc.
    Ma non ce lo avete permesso … #democraticiaparole …
    Noi abbiamo atteso il sindaco Marino sotto la pioggia e abbiamo iniziato a spiegarli le cose che non vanno e perchè non lo riteniamo idoneo a governare la città:
    https://www.facebook.com/video.php?v=10152472812923240
    Dunque si verificato un evento su Roma che forse si ripeterà in ogni municipio, ogni lunedì.
    Ma noi saremo presenti ogni lunedì a ricordare le periferie dimenticate.
    Ecco Claudio, spero di averti chiarito la mia amarezza, che è dovuta solo al fatto che mi aspettavo di vedere il grande reporter che sbugiardava le giacominate con acume e tempestività.
    Come tutti possono vedere è #tuttaunaltrastoria, ma solo #achiacchiere …
    E qualcuno lo doveva raccontare anche da fuori.
    G.Mori FDI ROMA XV

  22. Caro G.Mori, ci siamo conosciuti 2 anni fa, quando tu passasti ai seggi di via Mengotti dove facevo il presidente di seggio per poi rivederci al tuo assessorato allo sport di via flaminia. Ti ringrazio, ma spero che la tua analisi politica sia dettata da una attenta disamina dei punti. L’ex-Presidente Giacomini, uomo della piu’ vecchia politica democristiana, non ha fatto quello per il quale la prima volta si era candidato, e non e’ stato rieletto proprio perche’, secondo me, non era PRESENTABILE politicamente. Adesso non entro nell’agone politico ma, pur essendo un “vecchio” politico, ti dico che bisogna cambiare davvero e impegnarci in prima persona per rispettare quei progetti per i quali Giacomini si era speso tantissimo.
    A distanza di tanti anni dalla mia discesa in politica in XX Municipio (1987) ti dico che sono pronto a poter confrontarmi con chiunque, basta che siamo onesti con noi stessi.
    Claudio Martino

  23. Caro Vincenzo Pira
    ti ringrazio di cio’ che hai scritto e che condivido in maniera totale, e confermo la volonta’, unitamente a chi vorra’ condividere pensieri e progetti realizzabili, di impegnarmi in azioni concrete per la realizzazione di cio’ che serve al nostro Municipio. Basta parole da parte di chiunque si svegli al mattino, e al contrario, diamo parole e fatti a chi vorra’ impeganrsi.
    Grazie
    Claudio Martino Ex PLI

  24. @ XY, non hanno scopiazzato da nessun blog e nemmeno da questo visto che nell’articolo non si parla di occupazione della strada da parte dei suoi idoli ! tanto per cambiare ha preso un’altra toppa.

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome