Home ATTUALITÀ Auditorium, lezioni di Elvis con Assante e Castaldo

Auditorium, lezioni di Elvis con Assante e Castaldo

elvis240.jpgCon Elvis Presley tornano all’Auditorium le lezioni di rock del duo Assante-Castaldo. L’appuntamento è fissato per le ore 21 di sabato 8 novembre in Sala Petrassi. I due critici musicali de “La Repubblica” ripercorreranno l’ineguagliabile parabola artistica dell’uomo che diventò Re e che staccò un biglietto di sola andata per la Terra Promessa.

Prima di Elvis e dopo Elvis. La datazione dell’era moderna della musica passa attraverso una data e un luogo: 5 luglio 1954, Memphis. In quella sera d’estate, negli angusti quanto ispirati locali del Sun Studio, con la registrazione di “That’s All Right (Mama)” e “Blue Moon of Kentucky”, nasce ufficialmente il rock & roll.

Da quella sera di sessant’anni fa nulla fu più come prima, nel mondo delle sette note e non solo. Iniziò una rivoluzione, cominciò la rivelazione. Il giovane camionista di Tupelo non aveva nemmeno vent’anni ed era già scritto nel suo destino che avrebbe conquistato il trono e la corona.

La rivoluzione del corpo, la rivelazione dell’anima, l’incontro esplosivo fra la musica nera e la musica bianca, deflagrazioni e scintille, muri che crollano, eccessi e devozione.

Un quarantacinque giri dopo l’altro e le radio che li trasmettono a moltiplicarsi in modo esponenziale non solo negli USA ma anche nel resto del mondo. Da Sam Phillips, che fu capace di avere nella squadra della Sun Records Jerry Lee Lewis, Roy Orbison e Johnny Cash, al colonnello Parker, che fu capace di spremere Elvis come un limone e di condurlo alla sovranità planetaria e fino ai cancelli del cielo.

Ventitré anni di musica e di regno, più di due decadi di interpretazioni magnifiche e di esibizioni sublimi. Ma anche di film brutti e recitati male, di eccessi e di show imbarazzanti. E milioni di fans che in tutto il mondo gli regalano ancora oggi una devozione senza pari e senza riserve, anche attraverso affollatissimi pellegrinaggi a Graceland e al Sun Studio.

Prima di Elvis e dopo Elvis: chiunque si sia mai accostato al rock & roll non può prescindere da quello che ha fatto il Re, non può non percorrere una delle tante strade che Egli ha spalancato per la posterità, non può non inserire in una sua canzone ciò che è già stato all’inizio dei tempi e che per sempre sarà.

Giovanni Berti

Visita la nostra pagina di Facebook

4 COMMENTI

  1. Mi è impossibile venire a Roma!! Adoro Assante e Castaldo!! Domanda: è possibile rivedere lo spettacolo in streaming sul pc?? Grazie

  2. Salve,
    avendo una passione sfrenata per Elvis e non sapendo come partecipare all’evento, volevo chiedere, cortesemente, dettagli in merito.

    Grazie, cordiali saluti

LASCIA UN COMMENTO

inserisci il tuo commento
inserisci il tuo nome